Skip to main content
  • Categoria

Maratea, Salerno e il Cilento

dal 31 Maggio al 5 Giugno

Partenza


Dal 31/05/2022
al 05/06/2022

durata: 6 giorni

€ 1070.00

Dettaglio quota

QUOTA DI PARTECIPAZIONE            minimo 20                € 1070.00

SUPPLEMENTO SINGOLA ( in numero limitato)                  €   160.00

LA QUOTA COMPRENDE: *Viaggio in treno Italo con biglietto di 2°classe: Bologna–Salerno-Bologna; *Pullman   a disposizione pe r tutti i trasferimenti ed escursioni previsti dal programma; *Sistemazione in albergo 4 stelle, in camere doppie con servizi privati nei pressi di Salerno; *Trattamento di pensione completa eccetto il pranzo del 1 Giugno; *Bevande ai pasti;   *Guida locale per tutte le visite, dove sarà necessario il gruppo verrà diviso in due gruppi con due guide; * Ingresso, visita guidata e navigazione nelle Grotte di Pertosa/Auletta; *Navigazione lungo la costa di Maratea di circa due ore; *Ausilio di radio durante le visite; *Assistenza di personale dell’agenzia; *Spese di gestione pratica, incluso assicurazione sanitaria e contro annullamento, obbligatorie e non rimborsabili (€ 30.00)

LA QUOTA NON COMPRENDE: il pranzo del 1 Giugno; gli ingressi previsti dal programma: circa € 35,00; *Tassa di soggiorno da pagare in loco: € 15,00 (importo da verificare); *Mance ed extra di natura personale; *tutto ciò che non è compreso alla voce “la quota comprende”

ESCURSIONE ORGANIZZATA NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI.

PER POTER VIAGIARE SI DEVE ESSERE IN POSSESSO DI SUPER GREEN PASS VALIDO.

E’ OBBLIGATORIO L’USO DELLA MASCHERINA FFP2 NEGLI AMBIENTI CHIUSI E ALL’APERTO, IN CASO NON SI RIESCA A MANTENERE IL DISTANZIAMENTO

LE ISCRIZIONI SONO APERTE FINO A ESAURIMENTO POSTI:

PER L’ISCRIZIONE SI CHIEDE IL PAGAMENTO DI UN ACCONTO DI € 250,00 ENTRO IL 15 MARZO SALDO ENTRO IL 1 MAGGIO  

POSSIBILITA’ DI ISCRIZIONE CON PAGAMENTO ANCHE TRAMITE BONIFICO BANCARIO
INDICANDO COGNOME, NOME E VIAGGIO
IBAN UNICREDIT: IT 02 C 02008 02480 000002855440

 

 

31 Maggio, martedì: STAZIONE FERROVIARIA DI BOLOGNA – SALERNO e visita di PAESTUM
Ritrovo alla stazione di Bologna in tempo utile. Ore 7.55* partenza con treno Italo per Salerno. All’arrivo (previsto alle ore 12.42) incontro con la guida locale, sistemazione in pullman riservato, pranzo e partenza per Paestum, l’antica Poseidonia di origine greca, annoverata dall’Unesco nel Patrimonio dell’Umanità. Visita guidata di questo complesso archeologico tra i meglio conservati della Magna Grecia per ammirare i tre templi dorici situati nell’area sacra e il museo archeologico, con ricchi reperti antichi e la famosa Tomba del Tuffatore. Concluse le visite rientro a Salerno. Sistemazione in albergo nella zona: cena e pernottamento.

1 Giugno, mercoledì: visite di VELIA, ACCIAROLI e CASTELLABATE
Prima colazione in albergo e pranzo libero in corso di escursione. Incontro con la guida e partenza per gli scavi di Velia per i romani o Elea per i greci, uno dei gioielli del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diana. Passeggiare per le sue strade o sull’agorà rappresenta una grande emozione perché su queste pietre camminarono i grandi filosofi della scuola eleatica come Parmenide e Zenone. Estremamente interessante sono anche l’antica acropoli dove oggi sorge un’interessante fortificazione medievale e la famosa Porta Rosa, unico esempio di arco greco del IV secolo. Si prosegue per Acciaioli, piccolo borgo adagiato intorno al suo porticciolo. Visitarlo significa entrare in sintonia con un luogo sospeso tra terra e mare, dove la vita scorre lenta e dove forte è il mito di Ernest Hemingway, qui si fermò durante il suo viaggio in Italia per conoscere i pescatori. Altra tappa della giornata sarà Castellabate, pittoresca cittadina resa celebre dal noto film “Benvenuti al Sud”. Il nome di questo borgo medievale, considerato uno fra i più belli d’Italia, viene proprio dal suo monumento principale: il famoso Castello d’Abate, che si erge imponente sul territorio da quasi novecento anni e che oggi apre le sue stanze ai visitatori. Fra le altre bellezze da vedere nel paese troviamo la Basilica Pontificia di Santa Maria de Gulia, che conserva e protegge alcune splendide opere d’arte. Prima di rientrare non può mancare una sosta a Santa Maria di Castellabate, dove sorgono alcune splendide ville e il bellissimo porto delle gatte, un grande porticato sulla spiaggia dove venivano deposte le merci. Cena e pernottamento in albergo.

2 Giugno, giovedì: visita di AGROPOLI
Pensione completa in albergo. Mattinata dedicata alla visita del borgo medievale di Agropoli, considerato la porta del Cilento e senza dubbio una delle più belle cittadine della Campania, rinomata anche per il suo splendido mare. Visita al suo caratteristico centro medievale con la sua bella porta d’ingresso, che ingloba il castello angioino-aragonese, situato su una roccia a picco sul mare, vero e proprio belvedere. Al termine della vista rientro in albergo e pomeriggio a disposizione per fare una passeggiata sulla spiaggia. Pernottamento.

3 Giugno, venerdì: visita della CERTOSA DI PADULA e della GROTTE DI PERTOSA/AULETTA
Prima colazione in albergo e pranzo in ristorante in corso di viste. Immediata partenza per Padula, cittadina compresa nel Vallo di Diano. All’arrivo incontro con la guida e visita alla Certosa di San Lorenzo, uno dei complessi monumentali più grandi dell’Italia Meridionale, patrimonio Unesco e tra i più vasti d’Europa. Entrare in questo mondo è un’esperienza incredibile, è fare un tuffo nella vita dei monaci certosini, vedere come il loro tempo veniva scandito tra attività e preghiera. Tutti gli ambienti monastici sono splendidi, ma veramente unici sono la chiesa con i suoi altari con raffinate decorazioni policrome in scagliola e intarsi di madreperla, il pavimento a maioliche, l’antico coro ligneo e gli affreschi e i chiostri, tra cui spicca quello grande, che presenta due ordini di portici e ben 84 archi. Nel pomeriggio si proseguono le visite con le grotte di Pertosa/Auletta. Situate nel massiccio dei Monti Alburni queste grotte sono i luoghi focali del Geoparco “Cilento” e presentano due unicità: sono le uniche grotte dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, il Negro, ma anche le uniche in Europa a conservare i resti di un villaggio palafitticolo risalente al II millennio a.C. Entrare nelle grotte, accompagnati da una guida interna, sarà un’emozione speciale, soprattutto navigare lungo il fiume, immersi da un silenzio magico, interrotto soltanto dal fragore degli scrosci della cascata sotterranea. Rientro in albergo per cena e pernottamento.

4 Giugno, sabato: visita di MARATEA
Prima colazione in albergo e pranzo in corso di visite. Immediata partenza per la Basilicata e in particolare per Maratea. Nel punto in cui le montagne lucane incontrano il Mar Tirreno sorge questa cittadina, un piccolo tesoro incastonato in un tratto di costa lungo poco più di trenta chilometri e caratterizzato da spiagge, calette, pareti a strapiombo sul mare e grotte dominata dal Cristo Redentore, una statua alta 21 metri posta sulla cima del Monte San Biagio nel 1965.  Visita al borgo di Maratea, caratterizzato da un dedalo di stradine e vicoletti che confluiscono su piazzette e slarghi. Tra le numerose chiese del centro storico spicca quella dell’Annunziata, dalla facciata monumentale e il campanile moresco. Nel pomeriggio piacevole navigazione per ammirare questo tratto di costa lucano veramente spettacolare. Dalla barca si potranno ammirare, baie, speroni rocciosi, grotte e in lontananza porticcioli: la Secca di Castrocucco, dove la macchia mediterranea arriva al lambire le acque cristalline del mare, Punta Caina con la sua torre di avvistamento, la Baia di Dillicini, una delle più suggestive di tutto il territorio costiero marateoto e ancora l’Ogliastro con la fitta pineta e lo sperone roccioso di Apprezzami l’Asino. Al termine si riprende il pullman per rientrare in albergo per cena e pernottamento.

5 Giugno, domenica: visita di SALERNO – BOLOGNA
Prima colazione in albergo e inizio delle visite di Salerno, deliziosa cittadina campana il cui centro storico è considerato un esempio insigne di urbanistica medievale. Visita al Duomo, mirabile opera di Roberto il Guiscardo e del vescovo dell’epoca, la cui costruzione risale al 1080 e che presenta alcuni elementi moreschi e passeggiata lungo la Via dei Mercati fiancheggiata da palazzi importanti e antiche chiese. Non si può lasciare la città senza aver fatto una passeggiata sul suo lungomare, un grande giardino alberato, interamente pedonale, largo 30 metri e lungo circa due chilometri che costeggia il mare nel tratto centrale del nucleo urbano, prediletto luogo di ritrovo dei salernitani. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio trasferimento alla stazione ferroviaria in tempo utile per imbarcarsi sul treno delle ore 16.50*, che impiegherà 4,30 a raggiungere Bologna

*gli orari del treno sono indicativi, perché al momento della stesura del programma non sono ancora usciti gli orari definitivi