Skip to main content
  • Categoria

Capodanno a Sorrento dal 28 Dicembre al 2 Gennaio

Partenza


Dal 28/12/2021
al 02/01/2022

durata: 6 giorni

€ 1300.00

Dettaglio quota

QUOTA DI PARTECIPAZIONE                minimo 22                                                  € 1300.00

SUPPLEMENTO SINGOLA (in numero limitato)                                                     €   300.00

LA QUOTA COMPRENDE: *Viaggio in pullman G.T. inclusi pedaggi autostradali e parcheggi; *Sistemazione in albergo 4 stelle, in camere doppie con servizi privati; *Trattamento di mezza pensione in albergo (cena e prima colazione); *Cenone di Capodanno in albergo; *Quattro pranzi come specificato in programma; *Bevande ai pasti;   *Guida locale per tutte le visite, in alcuni siti il gruppo sarà diviso in due sottogruppi e ci saranno due guide; *Pullman locale per l’escursione a Ravello e Amalfi; *Ausilio di radio durante le visite; *Assistenza di personale dell’agenzia; *Spese di gestione pratica, incluso assicurazione sanitaria e contro annullamento, obbligatorie e non rimborsabili (€ 35,00)

LA QUOTA NON COMPRENDE: i pranzi del primo e dell’ultimo giorno; gli ingressi previsti dal programma: circa € 60,00; *Tassa di soggiorno da pagare in loco: € 15,00 (importo da verificare); *Mance ed extra di natura personale; *tutto ciò che non è compreso alla voce “la quota comprende”

ESCURSIONE ORGANIZZATA NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI.

PER POTER VIAGIARE SI DEVE ESSERE IN POSSESSO DI GREEN PASS VALIDO.

E’ OBBLIGATORIO L’USO DELLA MASCHERINA NEGLI AMBIENTI CHIUSI E ALL’APERTO, IN CASO NON SI RIESCA A MANTENERE IL DISTANZIAMENTO

 LE ISCRIZIONI SONO APERTE FINO A ESAURIMENTO POSTI:

PER L’ISCRIZIONE SI CHIEDE IL PAGAMENTO DI UN ACCONTO DI € 350,00 ENTRO IL 2 NOVEMBRE

SALDO ENTRO IL 1 DICEMBRE

POSSIBILITA’ DI ISCRIZIONE CON PAGAMENTO ANCHE TRAMITE BONIFICO BANCARIO
INDICANDO COGNOME, NOME E VIAGGIO
IBAN UNICREDIT: IT 02 C 02008 02480 000002855440

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

28 Dicembre, martedì: MEDICINA – BOLOGNA – SANT’ANGELO IN FORMIS – SORRENTO
Di buon mattino partenza da Medicina, parcheggio dell’ospedale e carico a Bologna, autostazione/pensilina 25. Via autostrada del Sole si procede verso sud. Pranzo libero in autostrada. Nel pomeriggio arrivo nei pressi di Capua, sui Monti Tifatini, dove sorge la Basilica benedettina di Sant’Angelo in Formis, edificata sui resti di un antico tempio dedicato a Diana dall’Abate Desiderio di Montecassino nel XI secolo. Visita a questo splendido complesso dedicato all’Arcangelo Michele, un’interessantissima espressione di architettura romanica al cui interno si può ammirare un ciclo di affreschi di scuola bizantina-campana tra i meglio conservati di tutto il sud Italia. Al termine della visita proseguimento per Sorrento. Sistemazione in albergo: cena e pernottamento.

29 Dicembre, mercoledì: escursione ad AMALFI E RAVELLO
Prima colazione in albergo e partenza alla scoperta di due gemme della famosa Costiera Amalfitana. Percorrendo questo suggestivo e scenografico percorso si raggiunge Amalfi, la principale città della Costiera amalfitana e la più antica repubblica marinara d’Italia, dalla singolare architettura di case bianche, dalle caratteristiche botteghe artigianali e dal clima mite quasi tutto l’anno. Visita al Duomo, risalente al IX secolo, in stile prevalentemente romanico arabo-normanno, preceduto da una lunga e scenografica scalinata e tempo a disposizione per passeggiare lungo i vicoli del centro. Dopo il pranzo in ristorante ci si dirige verso Ravello, piccola località costruita su una ripida rupe da dove si gode di una vista unica ed eccezionale sul Golfo di Salerno ed appartenente ai Borghi più belli d’Italia. Il paese è celebre, oltre che per le sue bellezze, anche per i numerosi eventi culturali che si tengono annualmente come il Ravello Festival, uno storico festival musicale che attira appassionati di musica da tutto il mondo. Si inizia la visita con Piazza Duomo, splendido punto panoramico, dove si può ammirare il Duomo dedicato a Santa Maria Assunta e a San Pantaleone che si presenta con un’affascinante mescolanza di stili, dall’austerità del romanico, alla ricchezza delle decorazioni e il famoso palazzo storico di Villa Rufolo, divenuta famosa in tutto il mondo per essere lo scenario del festival musicale dedicato a Wagner ed edificata a partire dal XIII secolo dalla famiglia Rufolo. Nel corso dei secoli nella villa hanno soggiornato celebri personaggi fra cui lo stesso Wagner che qui compose il Parsifal, ispirandosi ai suoi splendidi giardini. Conclusa la visita rientro a Sorrento per la cena e il pernottamento.

30 Dicembre, giovedì: escursione a POMPEI e alla villa di OPLONTI
Prima colazione in albergo e partenza per Pompei, uno dei siti archeologici più famoso al mondo (Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco), le cui rovine straordinariamente ben conservate aprono una finestra eccezionalmente vivida sulla vita di una città romana ai tempi dell’impero. La storia di Pompei è tanto affascinante quanto tragica: la città campana, fondata dall’antico popolo italico degli Osci e divenuta in epoca romana un florido centro venne sepolta da una fitta pioggia di lapilli e cenere durante l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Gli edifici di Pompei, riportati alla luce a partire dal XVIII secolo, hanno preservato al loro interno, un’enorme quantità di suppellettili, mobili, stoviglie e statue, oltre alle superbe decorazioni, che hanno permesso di ricostruire la vita quotidiana dei Romani. La città aveva pianta ellittica, era cinta da mura turrite e suddivisa in quartieri con strade rettilinee. Durante la passeggiata si potranno ammirare i tanti edifici pubblici, tipici delle città romane, ma altrettanto interessante sarà scoprire i quartieri residenziali con abitazioni di ogni genere, quelle semplici e modeste, ma anche vere e proprie ville meravigliosamente decorate e dotate di cortili e giardini. (Si prevede di fare la visita ad un paio di ville tra le tante presenti a seconda delle disponibilità del momento). Al termine della visita pranzo in ristorante e nel pomeriggio partenza per la vicina Torre Annunziata, centro noto per le sorgenti termali, sorge sui resti dell’antica Oplontis, che con ogni probabilità era un quartiere suburbano residenziale di Pompei, costituito da ville sorto lungo la costa e intorno a un centro termale. Importanti scavi archeologici hanno fatto riemergere due grandi insediamenti abitativi dei quali visiteremo la Villa Poppea Sabina, forse appartenuta alla seconda moglie di Nerone, che vanta meravigliose pitture del Secondo Stile Pompeiano, pregevoli sculture marmoree e un’enorme piscina natatoria. Al termine della visita rientro a Sorrento per la cena e il pernottamento in albergo.

31 Dicembre, venerdì: escursione alle VILLE VESUVIANE DEL MIGLIO D’ORO
Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata alla visita di due delle numerose Ville Vesuviane, sorte lungo il famoso Miglio d’Oro, un tratto di strada che va da Portici a Torre Annunziata fiancheggiata da ville stupende che l’aristocrazia napoletana cominciò a costruire nel 700. Visita a Villa Campolieto, voluta dal duca di Casacalenda nel 1755, la cui realizzazione venne completata da Luigi Vanvitelli. Spettacolari sono la facciata posteriore che si apre con un portico ellittico a colonne toscane a formare un belvedere sul Golfo di Napoli e i sontuosi interni, dove tra le tante sale spicca quella detta del “Cannocchiale”, capolavoro del Vanvitelli. Conclusa questa visita trasferimento a Torre del Greco per concludere la mattinata di visite a Villa delle Ginestre, che sorge alle falde del Vesuvio, in una splendida posizione panoramica, dominata da un lato dalla potenza del vulcano e dall’altro dal Golfo di Napoli. Questa villa venne edificata sul finire del Seicento come residenza estiva e ospitò spesso personalità di rilievo della cultura napoletana come Luigi Vanvitelli a cui probabilmente si deve il disegno della scala che conduce al piano superiore. Qui fu ospite anche il grande poeta Giacomo Leopardi, che vi trascorse gli ultimi anni della sua vita, nel tentativo di trovare un clima mite che giovasse alla sua cagionevole salute. Durante il suo soggiorno, intorno alla villa si creò un vero e proprio circolo culturale che contribuì a rendere piacevole e interessante il soggiorno del poeta che qui compose due tra le sue liriche più ispirate: “Le ginestre” e il “Tramonto della luna”. Visita guidata della villa che attualmente conserva lo studio e la camera da letto di Leopardi con arredi e suppellettili a lui appartenuti ed è sede di un allestimento multimediale permanente sul poeta. Pranzo in ristorante e rientro a Sorrento. Tempo a disposizione per una passeggiata in centro e per i preparativi per il Cenone di capodanno in albergo. Pernottamento.

1 Gennaio, sabato: visita di SORRENTO
Pensione completa in albergo e mattinata a disposizione. Nel pomeriggio incontro con la guida e visita di Sorrento. Posta in pittoresca posizione su una terrazza tufacea sul Golfo di Napoli, è la cittadina più famosa della costiera sorrentina per i suoi scorci mozzafiato, il paesaggio di giardini e agrumeti, le marine e il suggestivo centro storico con le sue architetture storiche. Decantata dai poeti e immortalata nelle canzoni offre al visitatore un centro storico con numerosi palazzi e chiese, sorprendenti punti panoramici, caratteristici vicoli pieni di negozietti e botteghe artigiane. Durante la nostra passeggiata toccheremo punti di grande suggestione: Piazza Tasso e il Vallone dei Mulini, le antiche vie del centro con i palazzi medievali, le chiese antiche e il meraviglioso chiostro di San Francesco, il Sedil Dominova, l’antica sede della società sorrentina e tanto altro. Rientro in albergo per la cena e il pernottamento.

2 Gennaio, domenica: SORRENTO – ERCOLANO – BOLOGNA – MEDICINA
Prima colazione in albergo e partenza per il sito archeologico di Ercolano (Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco), il cui abitato è persino meglio conservato di quello di Pompei. Di origine greca divenne, in epoca romana, un celebrato luogo di villeggiatura per la sua bella posizione sul Golfo di Napoli fino al 79 d.C., quando venne annientato dalla disastrosa eruzione del Vesuvio, che lo seppellì sotto oltre 15 metri di fango vulcanico, che nei si secoli si trasformò in tufo. Se da una parte la durezza del terreno ha sempre reso assai difficoltosi gli scavi, dall’altra ha però permesso l’eccezionale conservazione non solo delle strutture architettoniche, ma anche dei materiali deperibili come il legno, i rotoli dei libri e perfino delle derrate alimentari. Passeggiata guidata lungo le sue strade pavimentate sulle quali si affacciano edifici pubblici e privati, tra cui anche botteghe e luoghi di ristoro. Tra le abitazioni che si incontrano spiccano la Casa di Nettuno e Anfitrite, con il negozio meglio conservato dell’antichità e lo splendido mosaico che le ha dato il nome e la Casa dei Cervi. Da non tralasciare è anche la mostra, divenuta ormai permanete, “SplendOri, il lusso negli ornamenti ad Ercolano”, una collezione di circa 200 monili e raffinati arredi domestici, provenienti da un lontano e affascinante quotidiano che racconta la storia di chi sperò di salvarsi con i propri averi dalla catastrofe imminente e di una società fatta di lusso. Conclusa la visita inizio del viaggio di rientro. Sosta per il pranzo libero in autostrada. Arrivo a destinazione in serata.