Skip to main content
  • Categoria

2022, l’anno di Antonio Canova Possagno

Mercoledì 25 Maggio

Partenza


Dal 25/05/2022
al 25/05/2022

durata: 1 giorno

€ 95.00

Dettaglio quota

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE   minimo 22 partecipanti       €  95,00

PRANZO presso TRATTORIA LA VECCHIA PESA – POSSAGNO                    € 22,00

(da prenotare  e pagare all’iscrizione)

MENU: ANTIPASTO DI AFFETATI MISTI E GIARDINIERA (soppressa veneta, spek, pancetta e formaggio)

BIS DI PRIMI

DESSERT, ACQUA, VINO E CAFFE’ 

LA QUOTA COMPRENDE: *Viaggio in pullman G.T.; * intera giornata di visita guidata; *Utilizzo di radio; *Ingresso alla Gipsoteca e a Villa Emo; *Assistenza di personale dell’agenzia; *Assicurazione sanitaria

LA QUOTA NON COMPRENDE: pranzo in ristorante; altri ingressi mance ed extra in genere e tutto ciò che non incluso alla voce “la quota comprende”.

ESCURSIONE ORGANIZZATA NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI.

PER POTER VIAGIARE SI DEVE ESSERE IN POSSESSO DI SUPER GREEN PASS VALIDO.

E’ OBBLIGATORIO L’USO DELLA MASCHERINA FFP2 NEGLI AMBIENTI CHIUSI O IN CASO NON SI RIESCA

A MANTENERE IL DISTANZIAMENTO

LE ISCRIZIONI SONO APERTE FINO A ESAURIMENTO POSTI

POSSIBILITA’ DI ISCRIZIONE CON PAGAMENTO ANCHE TRAMITE BONIFICO BANCARIO

INDICANDO COGNOME, NOME E VIAGGIO (inserendo anche i servizi facoltativi)

IBAN UNICREDIT: IT 02 C 02008 02480 000002855440

 

Orari e luoghi di partenza
Ore 6.30 partenza da Medicina, parcheggio dell’ospedale
Ore 6.50 carico a Villanova/Molino Baviera
Ore 7.10 carico a Bologna, autostazione/pensilina 25

Adagiato ai piedi del Monte Grappa, Possagno nel trevigiano è un gioiello in cui si respira la storia dell’arte: questa piccola città immersa nel verde ha infatti dato i natali nel 1757 a uno dei più grandi scultori italiani di sempre: Antonio Canova. Qui ci sono infatti due importanti attrazioni legate a questo importantissimo personaggio: la Gipsoteca e il Tempio. Dopo la morte di Canova nel 1822, il fratello Giovanni Battista Sartori decise di spostare a Possagno tutte le opere che erano rimaste nello studio dove l’artista lavorava a Roma. Accanto a quella che era stata la casa natale dello sculture, creò uno spazio espositivo, o Gipsoteca: una raccolta principalmente di gessi che ci permettono di capire come lavorava l’artista e come avesse introdotto nel mondo dell’arte un’intuizione geniale: la produzione in serie.  Pur non trattandosi di statue in marmo, i gessi possiedono la stessa eleganza e la visita alla Gipsoteca consente di ammirare una accanto all’altra alcune delle opere migliori di Canova: dalle Grazie ad Amore e Psiche, da Napoleone Bonaparte a Teseo e il Centauro. La seconda grande opera di Canova che si può ammirare a Possagno è il suo Tempio, che progettò e finanziò per sostituire la vecchia chiesa parrocchiale e dove si trova la sua tomba. Dopo la visita pranzo in trattoria (da prenotare al momento dell’iscrizione). Nel pomeriggio visita a Villa Emo, una delle perle della Marca Trevigiana, commissionata da Leonardo Emo al Palladio tra il 1556 e il 1559, fulcro dell’azienda agricola di questa nobile famiglia veneziana. Dovendo costruire una fabbrica di campagna il Palladio progettò un’architettura idonea alle esigenze dell’azienda agricola, ma al tempo stesso elegante e adatta ai momenti di rappresentanza, anch’essi molto importanti per Leonardo Emo. La villa è formata dalle barchesse, ambienti di servizio e dalla casa padronale con uno splendido ciclo di affreschi di Battista Zelotti. Al termine della vista inizio del viaggio di rientro per raggiungere le località di partenza in serata.