CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

IL NEONATO PERCORSO, CHE UNISCE ALCUNI FRA I SANTUARI MARIANI PIÙ SIGNIFICATIVI DELL’APPENNINO BOLOGNESE

Partenza
dal 23/05/2020
al 23/05/2020
15.00 €
Dettaglio quota +
Quota individuale a minimo 15 partecipanti euro 15,00
La quota comprende: accompagnamento da parte di guida ambientale escursionistica ufficiale. Assicurazione sanitaria.
La quota non comprende: tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.
Attenzione: non sono previsti ingressi ma ogni Santuario richiede un’offerta libera
STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO
LA VIA MATERDEI - I Grandi Cammini
Una ricca giornata alla scoperta di alcune perle nascoste del nostro Appennino, godendo delle bellezze naturali ed artistiche, lungo un itinerario particolarmente suggestivo da un punto di vista spirituale, ma altresì ricco di bellezze paesaggistiche.
ore 9:00:  Ritrovo presso la chiesa d San Giovanni Battista in località Scanello, Via Scanello, 3, 40050 Loiano (BO).
ore 9:15:  Partenza a piedi per il percorso della VIA MATER DEI in direzione Monghidoro.
Dopo una breve discesa, il percorso comincia a salire per coprire in 5 km circa 300 m di dislivello, una salita lunga, ma non ripida, estremamente bella da un punto di vista paesaggistico, con scorci sulla Valle dell’Idice e sulla Valle di Zena, il santuario del Monte delle Formiche alle spalle.
Poco prima di giungere a Monghidoro, si incontrerà il Santuario della Madonna dei Boschi. Conosciuto in origine con il nome di “Beata Vergine del Nuvoleto” o “Bocca di Nugoletto”, prese il nome attuale nel 1755. La nascita del santuario è collegata ad un’immagine in terracotta della Madonna di San Luca posta su di un pilastro nel 1616, sul quale fu edificato il santuario. Eretto nel 1680 e dedicato alla Madonna di San Luca stessa, fu arricchito di sculture da Antonio Gamberini nel 1785. L’interno ospita numerose opere d’arte, tra le quali due statue dei SS. Pietro e Paolo, un Cristo deposto ed una tela con San Giuseppe e Santi.
Dopo una breve pausa, ci si incamminerà nuovamente, questa volta in discesa, in direzione Campeggio, piccola frazione del comune di Monghidoro. Lì si trova la chiesa di San Prospero, che al suo interno ha una piccola gemma: la riproduzione fedele della grotta di Lourdes. Fatta costruire a partire dal 1923 dall’allora parroco Don Augusto Bonafè, da subito divenne meta di pellegrinaggio per i fedeli bolognesi, tanto da far acquisire a Campeggio il soprannome di ‘piccola Lourdes bolognese’. La chiesa è abbellita da diverse opere esterne ed interne, frutto della devozione di don Bonafè e dei suoi parrocchiani.
Dopo una breve pausa per il pranzo (al sacco), si prenderà nuovamente il cammino per il rientro a Scanello.
Percorso di circa 10 km, 400m di dislivello accumulato in salita, durata approssimativa: 6 ore.
VEDI DETTAGLIO COMPLETO
RICHIEDI INFORMAZIONI