CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

LA FESTA DEL GRANO E IL FESTIVAL DELLA ZAMPOGNA

Partenza
dal 25/07/2019
al 29/07/2019
680.00 €
Dettaglio quota +
MINIMO 20  Partecipanti€ 680,00
MINIMO 25  Partecipanti € 640,00
Supplemento singola€ 100,00
 
LA QUOTA COMPRENDE:   Viaggio in pullman; sistemazione in hotel 3***Sup in camere doppie con servizi; trattamento di mezza pensione + due pranzi; visite guidate come da programma; quota di gestione pratica comprensiva di assicurazione annullamento e sanitaria (€ 25,00 non rimborsabili in caso di cancellazione); accompagnamento tecnico.
LA QUOTA NON COMPRENDE:  Ingressi; tre pranzi;  mance ed extra personali; tutto quanto non espressamente indicato nella voce ‘comprende’
STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO
1° G.   Giovedì 25 luglio -  in viaggio verso Campobasso
Ritrovo dei partecipanti a Bologna, autostazione pensilina 25, alle ore 7.00
Sistemazione in pullman e partenza direzione sud. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo a Campobasso, incontro con la guida e passeggiata nel centro storico fino al Castello Monforte, con visita all’interessante Museo Sannitico che conserva reperti di questo antico popolo italico. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
2° G. Venerdì 26 luglio - Jelsi
Trasferimento a Jelsi. Alle ore 10:30 SFILATA DELLE TRAGLIE (mezzo agricolo) E DEI CARRI ALLEGORICI ALLESTITI CON IL GRANO IN ONORE DI SANT’ANNA CON OSTENSIONE DELLA RELIQUIA accompagnati da banda musicale e gruppi folcloristici. Pranzo libero tra gli stand gastronomici appositamente allestiti per la manifestazione.  Nel pomeriggio trasferimento a Casalcipriano per la visita al borgo storico rimasto immutato nel tempo: un originalissimo museo della memoria a cielo aperto! Sistemazione in hotel nella zona di Isernia. Cena e pernottamento.
 
FESTA DEL GRANO DI JELSI
La festa del Grano di Jelsi nasce nel 1805 in seguito al terremoto del 26 Luglio per ringraziare Sant’Anna del danno lieve subito dal paese in seguito al sisma. Da allora, a memoria d'uomo, ogni 26 luglio è portata in processione la statua di Sant'Anna. Alla Santa si chiede la protezione dal terremoto e dai mali futuri attraverso l'offerta di spighe di grano. Ogni Jelsese è particolarmente fiero della "Festa del Grano". Fierezza e consapevolezza di essere nello stesso tempo autori, attori e registi di una importante rappresentazione di vita e di cultura. La scelta del grano come offerta ed elemento da plasmare per le decorazioni è chiaramente simbolica: è il ringraziamento offerto alla "Grande Madre" Sant'Anna, del frutto della nostra terra.
3° G. - Sabato 27 luglio - San Vincenzo al Volturno e Scapoli
Partenza per Castel San Vincenzo. Visita all’Abbazia di S. Vincenzo al Volturno ed al collegato “Parco archeologico” che permette di ammirare gli esclusivi scavi archeologici che hanno dato l’opportunità di studiare, a livello europeo, le attività di una delle più importanti istituzioni monastiche di età carolingia. Proseguimento per Scapoli nota per la tradizionale produzione della zampogna. In questi giorni qui si svolge il 43° Festival della Zampogna. Tempo a disposizione da dedicare alle iniziative dedicato a questo particolare strumento a fiato: mostre, concerti, mercatini artigianali. Pranzo libero. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.
 
FESTIVAL DELLA ZAMPOGNA
Scapoli, Comune molisano del Parco Nazionale d’Abruzzo è noto in Italia e all’Estero per aver saputo conservare un antico artigianato artistico: quello della costruzione della Zampogna. Questo strumento pastorale, sublime capolavoro di artigiani straordinari che si tramandano da padre in figlio un’arte antica, era già conosciuto dagli Antichi Romani che lo chiamavano “Utriculus”, ovvero piccolo otre. Il Festival si segnala tra le manifestazioni popolari e folkloristiche più significative dell’intera penisola, per il suo alto contenuto culturale, inteso come occasione di conoscenza dei costumi, delle tradizioni e della storia del luogo.
4° G. - Domenica 28 luglio - Pietrabbondante e Agnone
Partenza per Bagnoli sul Trigno chiamata la “perla del Molise”. Affascinante borgo storico sovrastato da un Castello diroccato. Il centro storico incastonato nella roccia a circa 700 mt di altitudine, dai vicoli ci si affaccia su dei stupendi scorci paesaggistici. Proseguimento per Pietrabbondante e sosta per la visita dell’Area archeologica "Bovianum Vetus" che conserva i resti di quello che fu probabilmente il più importante Santuario dei Sanniti.  Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita di Agnone, caratteristico centro dell'alto Molise e visita dell’Antica Pontificia Fonderia di Campane. Breve passeggiata nel centro storico e sosta in un caseificio artigianale per degustare le famose stracciate e caciocavalli. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.
5° G. - Lunedì 29 luglio - La Costa dei Trabocchi e il viaggio di ritorno
Partenza per Fossacesia, sul Belvedere di San Giovanni in Venere dove lo sguardo si apre sulla “Costa dei Trabocchi”. Visita all’adiacente Abbazia benedettina, una delle più belle della regione e che la storia vuole edificata sui resti di un tempio dedicato a Venere. Trasferimento sul mare per la visita di un Trabocco, straordinaria macchina da pesca che si estende dalla terra ferma al mare tramite esili passerelle di legno, punteggiando e rendendo unico questo tratto di costa. Pranzo speciale a base di pesce. Partenza per il rientro con arrivo a Bologna in serata.
VEDI DETTAGLIO COMPLETO
RICHIEDI INFORMAZIONI