CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

CAMPI FLEGREI, la terra dei miti

Partenza
dal 18/10/2019
al 20/10/2019
380.00 €
Dettaglio quota +
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE minimo 25 partecipanti€ 380,00
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA € 80,00
 
LA QUOTA COMPRENDE: *viaggio in pullman G.T., incluso pedaggi autostradali e parcheggi; *sistemazione in albergo 4 stelle, in camere doppie con servizi privati NELLA ZONA *trattamento di prima colazione e cena in albergo; *pranzo in ristorante il giorno 19/10; *guida locale per le visite; *assistenza di personale dell’agenzia per tutta la durata del viaggio; *Spese di gestione pratica, incluso assicurazione sanitaria e contro annullamento obbligatorie e non rimborsabili (€15.00)
 
LA QUOTA NON COMPRENDE: gli ingressi (circa €30.00), i pranzo del primo e dell’ultimo giorno; mance ed extra di natura personale; *tassa di soggiorno ove prevista*tutto ciò che non è compreso alla voce “la quota comprende”
 
ISCRIZIONE CON ACCONTO DI € 100.00 ENTRO IL 1 GIUGNO 2019 – SALDO UN MESE PRIMA DELLA PARTENZA
STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO

Si seguiranno le tracce dei grandi viaggiatori del passato per ripercorrere i luoghi di questa terra ardente, scelta dai Greci e dai Romani per l’incanto della natura e si resterà stupiti per l’intreccio tra storia, archeologia, miti e leggende che da sempre permea questa zona

18 Ottobre, venerdì: MEDICINA - BOLOGNA - CAMPI FLEGREI
Ore 5.10 partenza da Medicina, parcheggio dell’ospedale (via Saffi, 1). Ore 5.50 carico a Bologna, autostazione, pensilina 25 per la zona dei Campi Flegrei. Sosta in autostrada per il pranzo libero. Il paradosso dei Campi Flegrei è di avere bellezze paradisiache in un mondo quasi demoniaco. Campi Flegrei significa “Campi Ardenti” ed è il nome che gli antichi diedero a questa zona a pochi chilometri da Napoli. In queste terre la natura ha dato il meglio di sé, affiancando le bellezze del mare al fascino inquietante dei vulcani, ma anche gli uomini hanno lavorato per renderla una terra unica e superba: i romani hanno costruito acquedotti, anfiteatri, e ville di grande bellezza, inoltre questo è anche il luogo dove Virgilio ha ambientato il mito dell’Eneide.  Nel primo pomeriggio e visita al Castello Aragonese di Baia, costruito in un luogo strategicamente fondamentale per la tutela dell’intero golfo di Pozzuoli. Dal 1993 il castello ospita il Museo Archeologico dei Campi Flegrei, una fantastica raccolta di reperti antichi ritrovati nel Golfo di Pozzuoli. Tra i più significativi si possono ammirare Il Saccello degli Augustali di Miseno, il Ninfeo di Punta Epitaffio e tanto altro materiale recuperato anche dalle zone archeologiche che oggi sono sommerse a causa del bradisismo. Al termine della visite sistemazione in albergo nella zona di Napoli: cena e pernottamento.
19 Ottobre, sabato: POZZUOLI
Prima colazione in albergo. Giornata dedicata alla scoperta delle meraviglie di Pozzuoli, città molto importante in epoca greca e romana dove la storia è ancora facilmente visibile in ogni suo angolo. Pozzuoli è anche conosciuta per il singolare fenomeno del Bradisismo, l’attività vulcanica che, in base alla pressione esercitata dai gas sotterranei, fa aumentare e diminuire l’altezza della città rispetto al livello del mare. Visita al Rione Terra, il primo insediamento di Pozzuoli, che risale al II secolo a.C. ed è un ottimo esempio di stratificazione urbana nel corso dei secoli. Questo rione si trova su una collina per controllare meglio gli arrivi dal mare, prima della costruzione di Ostia, Pozzuoli era considerato il porto di Roma. Da vedere è il duomo costruito sui resti del Tempio di Augusto e riaperto al pubblico negli ultimi anni, dopo numerosi interventi di restauro. Negli anni 70, a seguito di una crisi bradisismica il rione è stato sgomberato, e oggi nonostante si stia ripopolando mantiene ancora l’aspetto di una città fantasma. Si prosegue con il Tempio di Serapide, che in realtà non è assolutamente un tempio ma un “macellum” ovvero un mercato, l’anfiteatro Flavio, realizzato dagli stessi architetti del Colosseo di Roma sotto l’imperatore Vespasiano: qui il popolo di Pozzuoli si riuniva per assistere a spettacoli teatrali, alle lotte tra gladiatori ed eventi culturali. i suoi sotterranei sono perfettamente conservati e si possono vedere ancora gli ingranati per il sollevamento delle gabbie degli animali feroci . Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento co visite nella vicina zona di Baia: la piscina Mirabilis, un’immensa vasca sotterranea con altissime navate che aveva la funzione di cisterna per l’acqua potabile. E’ la più grande cisterna romana mai scoperta, il complesso delle terme di Baia, che comprende i resti di imponente impianti termali e idraulici. Rientro in albergo per cena e pernottamento
20 Ottobre, domenica: CUMA - BOLOGNA
Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata alla visita dell’area archeologica di Cuma, la più antica colonia greca d’occidente. Questo luogo, profondamente diverso dai più noti scavi di Pompei ed Ercolano, permette di immergersi in un’atmosfera surreale, antica e ricca di mistero. Cuma si pensa sia stata fondata a partire dal 730 a.C. ed è famosa soprattutto per l’Antro della Sibilla, ricordato da Virgilio in alcuni versi dell’Eneide, che si leggono scolpiti in una lapide a lato dell’ingresso, in memoria del vaticinio che la Sibilla avrebbe qui formulato a Enea prima che egli scendesse negli inferi per incontrare l’ombra di Anchise, suo padre. Visita all’Acropoli, l’area urbana circondata da mura greche risalenti alla fine del V secolo a.C. con rifacimenti successivi all’interno della quale si trovano i resti del Tempio di Apollo, del Tempio di Giove, il principale santuario dell’Acropoli, la via Sacra e il Capitolium. Al termine della visita inizio del viaggio di rientro. Sosta in area di servizio per il pranzo libero. Arrivo a destinazione in serata. 
 
***l’ordine delle visite potrebbe subire delle variazioni. Alcune visite verranno riconfermate solo sotto data, nel caso di impossibilità della loro effettuazione, verranno sostituite con altre visite di certo interessanti, visto la ricchezza della zona
VEDI DETTAGLIO COMPLETO
RICHIEDI INFORMAZIONI