CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

CAMBOGIA

COSA VEDERE

Situata nel cuore dell'Indocina, tra Thailandia, Laos e Vietnam, la Cambogia, dopo decenni di guerra civili che hanno causato notevoli disagi e dilaniato il paese, è tornata finalmente ad aprire le proprie finestre al turismo rivelandosi una delle mete più ambite del sud-est asiatico. Tuttavia, malgrado i processi di ammodernamento e le varie operazioni finalizzate a ripristinare un sano equilibrio nel paese, visitare quest'affascinante paese presenta ancora dei pericoli, soprattutto a nord al confine con la Thailandia e nelle zone rurali del paese, dove non vale la pena avventurarsi da soli ma è indispensabile il supporto di una guida, persone esperte in grado di guidare i visitatori attraverso le meraviglie locali evitando le zone a rischio ma, soprattutto, illustrando e documentando la storia di questa splendida terra ricca di preziose testimonianze del passato. La Cambogia con il suo territorio selvaggio nasconde scenari naturali incantevoli che fanno da teatro a siti archeologici ed architetture di incredibile pregio che meritano sicuramente di esser scoperti e ammirati in tutto il loro splendore tra antichi templi, spiagge deserte, fiumi e foreste che fanno volare subito con l'immaginazione alla magia e alla grandiosità dei templi di Angkor, la capitale Pnhom Penh, una destinazione particolarmente rinomata per le sue incantevoli architetture, splendida amalgama tra il classico stile khmer e le influenze francesi dell'ultimo secolo e mezzo.

QUANDO ANDARE

La Cambogia è visitabile tutto l'anno. La temperatura media si aggira sui 25 gradi. Soltanto il passaggio dei monsoni crea un breve periodo di transizione tra le due principali stagioni. Tra febbraio e aprile abbiamo la stagione secca e calda. Da maggio a ottobre, la stagione delle piogge, che però sono
poco frequenti e di scarsa intensità
 

DOCUMENTI

Per visitare la Cambogia è necessario disporre di un passaporto con validità residua di almeno sei mesi dalla data d'ingresso nel Paese; é inoltre necessario essere in possesso di un visto di ingresso che viene rilasciato dalle Rappresentanze diplomatico-consolari cambogiane o che può essere ottenuto, per brevi permanenze, anche in frontiera o all'arrivo negli aeroporti internazionali di Pochentong e Siem Reap.

LINGUA

Il khmer. La scrittura deriva dal sanscrito e dal pali e l'alfabeto è di derivazione indiana. L'inglese è capito e parlato quasi ovunque, mentre le persone più anziane di solito parlano il francese.
 

ABBIGLIAMENTO

Indumenti di cotone, leggeri e comodi, come T-shirt, camicie e pantaloni meglio se in fibre naturali, sono l'abbigliamento ideale per visitare il Paese durante tutto l'arco dell'anno. Si consiglia di portare una giacca impermeabile per qualche improvviso acquazzone, comode scarpe chiuse ed un maglioncino che si renderà necessario per l'aria condizionata degli hotel e per le serate più fresche. I khmer troveranno disdicevole vedere uomini a torso nudo o donne in abiti succinti tra i templi di Angkor.
 

FUSO ORARIO

avanti di 6 ore durante l'orario solare, di 5 ore quando in Italia vige l'ora legale.

VACCINAZIONI E MEDICINALI

Nessuna obbligatoria.
 
 
RICHIEDI INFORMAZIONI

Petroniana

Vai al BLOG