CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

Partenza
dal 16/06/2019
al 23/06/2019
1200.00 €
Dettaglio quota +

QUOTA DI PARTECIPAZIONE 
 

minimo 25 partecipanti € 1.200,00
SUPPLEMENTO SINGOLA (in numero limitato)€ 250.00
COSTO EMISSIONE BIGLIETTI E CARTE D'IMBARCO€ 25.00

LA QUOTA COMPRENDE: *Trasporto in pullman 35 posti G.T., 35 posti, incluso pedaggi autostradali, parcheggi e ZTL; *Sistemazione in alberghi 3 e  4 stelle in camere doppie con servizi privati; *Trattamento di mezza pensione: cena e prima colazione; *Acqua a cena; *4 pranzi in ristorante bevande incluse; *guida locale per tutte le visite; *Spese di gestione pratica, incluso assicurazione contro annullamento e sanitaria (€30.00) obbligatorie e non rimborsabili; *Assistenza dell’agenzia per tutta la durata del viaggio;

 

LA QUOTA NON COMPRENDE: *IL VOLO, incluso i bagagli da stiva e a mano; *Le bevande in albergo; *gli ingressi; *mance ed extra di natura personale; * Le tasse di soggiorno ove previste; *tutto ciò che non è compreso alla voce “la quota comprende”

***SI TRATTA DI PERIODO DI ALTISSIMA STAGIONE IN CUI CI SONO GRANDI DIFFICOLTA A REPERIRE LE SITEMAZIONI ALBERGHIERE PERTANTO E’ NECESSARIO ISCRIVERSI CON GRANDE ANTICIPO, ANCHE PR ACQUISTARE I BIGLIETTI AEREI A UN COSTO PIU’ VANTAGGIOSO.

 

ISCRIZIONI CON PAGAMENTO DI UN ACCONTO DI € 350.00 ENTRO IL 15 GENNAIO

SALDO UN MESE PRIMA DELLA PARTENZA

OPERATIVO DEL VOLO DA ACQUISATARE ALLA CONFERMA DEL VIAGGIO:

16 GIUGNO     FR1082            BLQ-CTA                     10.35-12.15

23 GIUGNO     FR4342            PMO-BLQ                   22.00-23.35

STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO
16 Giugno, domenica: BOLOGNA - CATANIA - TAORMINA - ZONA ACI REALE

Ore 8.30 ritrovo all’aeroporto di Bologna. Operazioni di imbarco e partenza con volo diretto Ryan Air per Catania delle ore 10.30 con arrivo previsto alle ore 11.15 (volo non incluso nella quota). Incontro con la guida, sistemazione in pullman e partenza per Taormina e pranzo libero.Splendidamente adagiata sull’altipiano roccioso a 200 metri di altitudine la città occupa una posizione stupenda, a balcone sul mare e di fronte all’Etna. La bellezza mozzafiato del paesaggio e la suggestione delle sue testimonianze artistiche l’hanno resa famosa in tutto il mondo. Meta di viaggi fin dal Settecento ancora oggi attira tantissimi turisti e tanti stranieri hanno deciso di acquistare case o costruire ville in questa zona. Visita al Teatro di origine greca, trasformato e ingrandito in epoca romana a cui risalgono la maggior parte dei resti che oggi si possono ammirare. Passeggiata lungo Corso Umberto, tranquilla via leggermente in salita, chiusa a valle da Porta Messina e a monte da Porta Catania e fiancheggiata da bei negozi, facciate di chiese, palazzi signorili, intersecata da una deliziosa piazzetta a balcone sul mare dalla quale si gode di una bella vista sul golfo e sull’Etna. Al temine partenza per la zona di Acireale : sistemazione in albergo per cena e pernottamento.

17 Giugno, lunedì: escursione all'ETNA e alle GOLE DELL'ALCANTARA
Prima colazione in albergo. Partenza per l’Etna, il più alto vulcano d’Europa, con salita in pullman fino a 1900 metri, percorrendo una suggestiva strada, dalla quale si godono incantevoli panorami su Catania e sulle città che si trovano alle falde del cono vulcanico attraversando un paesaggio che, trasformato dalle colate laviche,  può essere definito “lunare”. Arrivo fino al rifugio Sapienza e passeggiata verso i vicini Crateri Silvestri. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio passeggiata alle Gole dell’Alcantara, un vero e proprio canyon originato da fenomeni di raffreddamento di antichissime colate laviche solcate, al centro, dalle acque del fiume Alcantara. Passeggiare lungo il letto del fiume farà apprezzare le pareti alte fino a 50 metri che si presentano in tutta la loro ambigua bellezza: nere strutture geometriche che si fronteggiano e si rincorrono verso il cielo. Rientro in albergo per cena e pernottamento.
18 Giugno, martedì: escursione a MESSINA e SAVOCA
Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata alla scoperta di Messina, città anticamente chiamata con il nome di Zancle, ora detta la “porta della Sicilia”. Ricchissima di storia raggiunse l’apice del suo splendore fra il tardo Medioevo e il XVII secolo, quando contendeva il ruolo di capitale siciliana a Palermo. Panoramica della città con il suo importante porto e sosta al Duomo e al famoso orologio astronomico. Visita al Museo Regionale che propone un percorso che segue l’avvicendarsi dei periodi storico-artistici a partire dall’epoca bizantina e normanna e conserva anche alcune opere di grandi artisti come Antonello da Messina e Caravaggio. Tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel primo pomeriggio visite a Savoca, solitaria località rupestre, schiaffeggiata dal vento, in cui le pietre delle case si confondono con quelle del paesaggio intorno. Qui Francis Ford Coppola vi ha girato alcune scene del celebre film “Il Padrino”; e alla Chiesa dei SS Pietro e Paolo d’Agrò che sorge nei pressi della località di Casalvecchio Siculo. La chiesa fondata dai monaci basiliani, ma ricostruita nel XII secolo colpisce non solo per i singolari effetti cromatici creati dall’accostamento di mattoni, pietra lavica, pietra calcarea e arenaria, ma anche perché rappresenta un mirabile compendio di influenze bizantine, arabe e normanne. Al termine della visita rientro in albergo per cena e pernottamento
19 Giugno, mercoledì: ZONA ACIREALE - CASALVECCHIO SICULO - ALTIPIANO DELL'ARGIMUSCO - MONTALBANO ELICONA
Prima colazione in albergo e pranzo in corso di escursione. Nella mattinata passeggiata ad Acireale, elegante cittadina barocca che sorge su un rilievo lavico che si affaccia direttamente sullo Ionio, la Timpa, da cui si apre un bellissimo panorama. Al termine partenza per Montalbano Elicona percorrendo la Valle dell’Alcantara, ammirando un paesaggio estremamente suggestivo dominato dal borgo di Motta Camastra ubicato su una collina della dorsale appenninica dei Nebrodi (sosta panoramica). Sosta all’Altipiano dell’Argimusco, uno degli angoli meno conosciuti della Sicilia. Qui si erge un affascinante complesso di megaliti intorno ai quali aleggia ancora un’aura molto densa di mistero, probabilmente destinato a non essere mai sciolto. Un gruppo di grandi rocce di arenaria quarzosa svettano sugli oltre mille metri di altitudine dell’altipiano modellati in forma curiosa e suggestiva. Piacevole passeggiata in questo luogo affascinante e proseguimento per Montalbano Elicona, che sorge in bellissima posizione fra Nebrodi e Peloritani, dominato dalla mole del castello, unico esempio in Sicilia di palazzo residenziale del Trecento. La cittadina si compone di due nuclei uno più antico, dall’irregolare tessuto medievale, serrato su un cucuzzolo roccioso intorno al castello ed uno più recente, dall’impianto più regolare. Al termine della visita sistemazione in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.
20 Giugno, giovedì: MONTALBANO ELICONA - TINDARI - SAN MARCO D'ALUNZIO - ZONA CEFALU'
Prima colazione in albergo e pranzo libero. Partenza per Tindari, la greca Tyndaris, fondata dal tiranno di Siracusa, Dionisio il Vecchio, nel 396 a.C. per i profughi spartani alla fine della guerra del Peloponneso in posizione dominante a controllo del tratto di mare tra Messina e le Eolie. Nonostante la possente cerchia muraria di cui era dotata, cadde in mano cartaginese, divenne poi romana conoscendo un periodo di grande splendore durante il quale vennero ristrutturati edifici esistenti come il teatro e costruite nuove strutture tra cui le terme. La visita dell’area archeologica è molto suggestiva, proprio perchè si affaccia su un tratto di mare meraviglioso caratterizzato dai Laghetti di Marinello, specchi d’acqua formati dall’alta marea sull’ampia fascia sabbiosa che si estende ai piedi del Capo di Tindari. Prima della partenza sguardo al famoso Santuario della Madonna Nera. Pomeriggio dedicato a San Marco d’Alunzio, grazioso paese rannicchiato in posizione spettacolare a 550 metri d’altitudine a pochi km dalla costa, che offre un panorama straordinario che abbraccia Cefalù e le Eolie. Qui ogni epoca della storia vi ha lasciato le sue tracce: già abitato dai greci, divenne municipio romano e borgo normanno. Caratteristico dell’edilizia locale è l’uso del marmo rosso aluntino, estratto dalle vicine cave. Arrivo nella zona di Cefalù: sistemazione in albergo per cena e pernottamento.
20 Giugno, giovedì: MONTALBANO ELICONA - TINDARI - SAN MARCO D'ALUNZIO - ZONA CEFALU'
Prima colazione in albergo e pranzo libero. Partenza per Tindari, la greca Tyndaris, fondata dal tiranno di Siracusa, Dionisio il Vecchio, nel 396 a.C. per i profughi spartani alla fine della guerra del Peloponneso in posizione dominante a controllo del tratto di mare tra Messina e le Eolie. Nonostante la possente cerchia muraria di cui era dotata, cadde in mano cartaginese, divenne poi romana conoscendo un periodo di grande splendore durante il quale vennero ristrutturati edifici esistenti come il teatro e costruite nuove strutture tra cui le terme. La visita dell’area archeologica è molto suggestiva, proprio perchè si affaccia su un tratto di mare meraviglioso caratterizzato dai Laghetti di Marinello, specchi d’acqua formati dall’alta marea sull’ampia fascia sabbiosa che si estende ai piedi del Capo di Tindari. Prima della partenza sguardo al famoso Santuario della Madonna Nera. Pomeriggio dedicato a San Marco d’Alunzio, grazioso paese rannicchiato in posizione spettacolare a 550 metri d’altitudine a pochi km dalla costa, che offre un panorama straordinario che abbraccia Cefalù e le Eolie. Qui ogni epoca della storia vi ha lasciato le sue tracce: già abitato dai greci, divenne municipio romano e borgo normanno. Caratteristico dell’edilizia locale è l’uso del marmo rosso aluntino, estratto dalle vicine cave. Arrivo nella zona di Cefalù: sistemazione in albergo per cena e pernottamento.
22 Giugno, sabato: escursione a PETRALIE, GANGI e SPERLINGA
Prima colazione in albergo e pranzo in corso di visite. Partenza per i borghi delle Petralie: Petralia Sottana, scenograficamente distribuita su uno sperone roccioso in vista di una profonda valle, è una cittadina ricca di tradizioni e opere d’arte. Sorta sul luogo di un antichissimo insediamento conserva tracce di ogni dominazione passata sul territorio e Petralia Soprana, un paese panoramico come pochi altri nelle Madonie: dai suoi belvedere si abbracciano i Nebrodi, l’Etna e le montagne circostanti. Qui al tempo degli arabi sorgevano una moschea e un castello sulle cui rovine oggi si erge la bella Chiesa di Santa Maria di Loreto. Proseguimento per Gangi, borgo dimenticato dalle frenesie commerciali ed edilizie degli ultimi anni, mantiene inalterato il suo originario impianto medievale. I suoi edifici ricoprono come un mantello i fianchi della collina e costruiscono intorno al castello dei Ventimiglia, primo nucleo insediativo, un tessuto urbano compatto e affascinante. Visita del centro storico. La giornata si concluderà a Sperlinga, piccola località annoverata tra i “Borghi più belli d’Italia”, tra Nebrodi e Madonie, dominata da uno spettacolare castello in parte scavato in una gigantesca mole d’arenaria dai Siculi a partire dal 12° secolo a.C. e in parte costruito sulla roccia stessa intorno all’anno Mille. Al termine della visita rientro in albergo: cena e pernottamento.
23 Giugno, domenica: CEFALU' - PALERMO - BOLOGNA
Prima colazione in albergo. Giornata dedicata alla scoperta di Cefalù,pittoresco borgo marinaro, dominato dall’imponente rupe e con uno splendido Duomo, eccezionale esempio di architettura normanna, dalla facciata racchiusa dalle particolari torri e dagli splendidi mosaici. Conclusa la visita al duomo, passeggiata nel centro per ammirare  Corso Ruggero, la via principale, punteggiata di negozi di ogni genere, che ricalca l’antico decumano romano e taglia in due la città, il lavatoio di epoca medievale, Porta Pescara, unica superstite delle quattro porte di accesso alla città e il Museo Mandralisca, fondato da un benefattore di Cefalù, il Barone di Mandralisca, grande collezionista d’arte, vanta una ricca biblioteca, una collezione numismatica e il bellissimo “Ritratto di Ignoto” di Antonello da Messina. Tempo a disposizione per il pranzo libero e per sbirciare fra i tanti negozi del centro. In tempo utile trasferimento all’aeroporto di Palermo. Operazioni di imbarco e partenza con volo diretto Ryan Air delle ore 22.00 per Bologna (volo non incluso nel pacchetto). Arrivo a destinazione alle ore 23.35.
VEDI DETTAGLIO COMPLETO
RICHIEDI INFORMAZIONI