CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

ANCONA E LE ABBAZIE DEL CONERO

Partenza
dal 05/10/2019
al 06/10/2019
240.00 €
Dettaglio quota +
MINIMO 25  Partecipanti€ 240,00
Supplemento Singola€ 35,00

LA QUOTA COMPRENDE:
*Viaggio in pullman G.T. * Sistemazione in albergo 4 stelle in camere doppie, con servizi privati, * Trattamento di pensione completa dalla cena  del primo giorno al pranzo  dell’ultimo, *acqua ai pasti; *Guida locale come da programma, *uso di audioguide; *Tassa di soggiorno; *Assistenza Petroniana per tutta la durata del viaggio, *Spese di gestione pratica, incluso assicurazione contro annullamento e sanitaria, obbligatorie e non rimborsabili (€ 10.00)                          
LA QUOTA NON COMPRENDE:
* Eventuali ingressi (€ 20/25.00), altre bevande; mance, extra personali in genere e tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”
 
ISCRIZIONE CON PAGAMENTO DI UN ACCONTO DI € 80.00 ENTRO IL 1 Giugno 2019
SALDO UN MESE PRIMA DELLA PARTENZA


 
STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO
5 Ottobre, sabato: BOLOGNA - ANCONA - MONTE CONERO
Ore 6.45 partenza da Bologna, autostazione/pensilina 25. Ore 7.00 carico a San Lazzaro di Savena: Via Caselle-Palasavena (possibilità di parcheggio). Via autostrada e dopo opportune soste si raggiunge Ancona, il capoluogo della regione Marche e importante porto italiano. Adagiata in modo pittoresco sul mare Adriatico, Ancona è una città d’arte con oltre 2400 anni di storia: fondata dai greci provenienti da Siracusa per sfruttare il suo porto naturale racchiuso in un golfo a gomito (ankon in greco significa gomito), fu poi città romana, repubblica marinara nel medioevo e importante porto fino all’era moderna. Il suo centro storico è delizioso e ancora parzialmente racchiuso da mura ottocentesche. All’arrivo incontro con la guida e visita della città iniziando dal Museo Nazionale Archeologico delle Marche, uno dei più bei musei archeologici d’Italia, ubicato nello splendido Palazzo Ferretti, capolavoro del tardo rinascimento. Qui si può ammirare l’intera documentazione delle civiltà protostoriche e antiche che si sono succedute nel territorio marchigiano con reperti di assoluto valore storico: dai pugnali dell’età del bronzo a monili d’oro di età ellenistica ai pendagli di bronzo “a barca solare”. Si prosegue poi con la visita al Duomo di San Ciriaco, che sorge in una posizione panoramica sul monte Guasco in stile romanico-gotico, l’anfiteatro romano, i cui resti sono stati rinvenuti a partire dall’800, il Palazzo del Senato, la Loggia dei Mercanti, costruita nella metà del 400 per i commercianti di Ancona, la Chiesa di Santa Maria della Piazza, una delle più antiche del centro storico e le suggestive fontane. Tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel pomeriggio piacevole passeggiata per ammirare l’Arco di Traiano, attribuito ad Apollodoro di Damasco, che domina l’entrata del porto, la Casa del Comandante e l’Arco Clementino. Non può mancare uno sguardo all’Ancona vanvitelliana con una passeggiata sul lungomare fino alla Mole Vanvitelliana, un tempo lazzaretto e raggiungibile solo in barca. Trasferimento in albergo per cena e pernottamento.
6 Ottobre, domenica: MONTE CONERO - OSIMO - SAN PIETRO AL CONERO - SANTA MARIA DI PORTONOVO - BOLOGNA
Prima colazione in albergo e partenza per Osimo, elegante città tra le colline delle Marche a pochi passi dalla Riviera del Conero, ricca d’arte e di storia. Osimo fu un’importante località in epoca romana della quale conserva molti resti: le mura di cinta, i ruderi di Fonte Magna e le statue acefale esposte nel Lapidario del palazzo comunale. Passeggiata guidata per ammirare il Duomo di San Leopardo, in stile romanico-gotico, con l’interessante cripta che custodisce i sarcofagi dei primi martiri osimani e il vicino Battistero con il prezioso fonte battesimale, il museo diocesano e il santuario di San Giuseppe da Copertino. Proseguimento con le abbazie del Conero. Durante il Medioevo questo luogo era stato scelto da monaci per la vita eremitica e proprio in questo luogo sono sorte importanti abbazie. A Sirolo, piccolo borgo medievale, si visita l’Abbazia di San Pietro, la cui costruzione è interamente in pietra bianca locale, a tra navate con una splendida abside in fondo a quella centrale. Nel Duecento la chiesa fu abbellita con pilastri e capitelli nei quali furono intarsiati motivi tratti dalla flora e dalla fauna locali, e da figure spaventose tipiche del medioevo; mentre a Portonovo, si potrà ammirare l’Abbazia di Santa Maria, in splendida posizione tra il verde della macchia mediterranea e il blu del mare. La chiesa è uno degli esempi più interessanti di architettura romanica dell’Italia centrale, a cinque navate con una cupola ottagonale d’ispirazione bizantina. Al termine pranzo in albergo . E nel pomeriggio breve tempo a disposizione prima di iniziare il viaggio di rientro alle località di partenza
VEDI DETTAGLIO COMPLETO
RICHIEDI INFORMAZIONI