CHIAMACI
051/261036
Dove vuoi andare?
RICERCA VIAGGIO

LA TENUTA DI SAN ROSSORE

Partenza
dal 11/05/2019
al 11/05/2019
100.00 €
Dettaglio quota +

QUOTA MINIMO 40 PARTECIPANTI     € 100.00
da versare all’iscrizione

Comprende: viaggio in pullman g.t; percorso in carrozza; navigazione in battello a/r come da programma; pranzo; assicurazione.

Non comprende: mance ed extra di natura personale; tutto quanto non espressamente indicato.

Per il pranzo è indicativamente previsto il seguente menu:

tagliere di salumi e crostini;

bis di primi: paccheri al cinghiale e fettuccine al ragù di Cinta Senese sfumata al Chianti;

grigliata con patate;

cantucci al Vin Santo;

acqua, vino in caraffa e caffè.

STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO
SABATO 11 MAGGIO

Orari e luoghi di ritrovo dei Partecipanti

Ozzano (parcheggio cimitero presso chiesa S. Cristoforo) alle ore 7.10
Bologna autostazione pensilina 25 alle ore 7.40
Casalecchio Stazione Suburbana Garibaldi (lato Via Piave/capolinea del bus nr. 20) alle ore 8.00

Partenza in pullman, via autostrada per Firenze/Pisa. Arrivo presso il centro visite della Tenuta di San Rossore. Escursione in carrozze trainate da cavalli attraverso un itinerario che permetterà di osservare l’ambiente e la fauna della zona. Pranzo. Nel pomeriggio trasferimento allo scalo interno al Parco e imbarco sul battello per un percorso fluviale sul fiume Arno, nel tratto in cui costeggia la tenuta di San Rossore. Particolarmente suggestiva la minicrociera nel tratto della città di Pisa in vista dei Palazzi e delle Chiese che si affacciano ai lungarni. Ritorno al punto d’imbarco. Partenza in pullman per il viaggio di ritorno, con arrivo previsto in serata.

Area naturalistica di grande interesse paesaggistico e ambientale, fu la riserva di caccia dei Medici, quindi passò ai Savoia e ora è della Presidenza della Repubblica. La Tenuta costituisce il cuore geografico dell’area molto più vasta che si estende tra Viareggio e il fiume Arno, tra Pisa e il litorale costiero. Oggi Parco Regionale il cui territorio si estende sulla fascia costiera delle province di Pisa e Lucca, in un area anticamente lagunare e paludosa colmata, con l’andar del tempo, da detriti portati dal fiume  Arno e dal fiume Serchio. Interventi di bonifica effettuati nel corso dei secoli, iniziati dalla famiglia Medici e conclusisi in tempi più recenti (dal 1920 al 1940), hanno poi definito l’attuale geografia del territorio. La varietà e la vastità del territorio determinano habitat diversi con situazioni di microclima altrettanto varie; tutto ciò permette al Parco Migliarino San Rossore di offrire una ricca e variegata flora con boschi di pioppi, frassini, ontani e pini, popolato da una grande varietà di animali, una vera e propria enciclopedia della natura a cielo aperto: daini, cinghiali, volpi e altri piccoli mammiferi oltre a circa duecento varietà di uccelli tra cui il Cavaliere d’Italia.

VEDI DETTAGLIO COMPLETO
RICHIEDI INFORMAZIONI