Roma

i

Palazzo Massimo alle Terme e il coro di Santa Cecilia

PARTENZE
dal 25.11.2017
al 26.11.2017
a partire da 210,00 €
DETTAGLIO QUOTA +

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE     minimo 25 partecipanti      €   240.00

 

                                                        Minimo 35 partecipanti       €   210.00

 

SUPPLEMENTO SINGOLA        €     35.00

 

 

 

LA QUOTA COMPRENDE: *Viaggio in pullman G.T. incluso pedaggi autostradali e permessi, *Sistemazione in albergo 4 stelle in camere doppie con servizi privati; *Trattamento di mezza pensione in albergo: cena e prima colazione; *visite guidate come da programma; *Spese di gestione pratica incluso assicurazione sanitaria e contro annullamento, obbligatorie e non rimborsabili (€10.00); *Assistenza dell’agenzia durante il viaggio;

 

LA QUOTA NON COMPRENDE: pranzi, bevande ai pasti, ingressi (10/15 Euro), mance ed extra di natura personale e tutto che non è indicato alla voce “La Quota Comprende”.

 

PROGRAMMA VIAGGIO
Sabato 25 novembre
+

Ore 7.00 partenza da Bologna, autostazione/pensilina 25. Via autostrada si raggiunge Roma. All’arrivo tempo a disposizione per il pranzo libero. Incontro con la guida e visita a Palazzo Massimo alle Terme: ottocentesco, in stile neorinascimentale, nei pressi della Stazione Termini,  accoglie una delle più importanti collezioni di arte classica al mondo. Nei quattro piani del museo, sculture, affreschi, mosaici, monete e opere di oreficeria documentano l´evoluzione della cultura artistica romana.  Nelle sale del piano terra sono esposti splendidi originali greci rinvenuti a Roma, come il Pugile, il Principe ellenistico e la Niobide dagli Horti Sallustiani, e la ritrattistica di età repubblicana e imperiale, culminante nella statua di Augusto Pontefice Massimo. Al primo piano sono presentati celebri capolavori della statuaria, tra cui il Discobolo Lancellotti, la Fanciulla di Anzio e l’Ermafrodito dormiente e magnifici sarcofagi, come quello di Portonaccio, con una scena di battaglia scolpita in altorilievo. Al secondo piano, pareti affrescate e mosaici pavimentali documentano la decorazione domestica di prestigiose residenze romane.
Il piano interrato custodisce l’ampia collezione numismatica, oltre a suppellettili, gioielli e la mummia di Grottarossa. Sistemazione in albergo: cena e pernottamento.

Domenica 26 novembre
+

Prima colazione in albergo. Incontro con la guida e inizio delle visite con la Crypta Balbi, in origine un vasto cortile porticato annesso al teatro che Lucio Cornelio Balbo aveva eretto per volere di Augusto alla fine del I secolo a.C. e che rappresenta una straordinaria testimonianza dell'evoluzione della società romana e del paesaggio urbano dall'antichità al XX secolo. Vent'anni di scavi e di ricerche hanno portato alla luce una serie di trasformazioni e riusi dello stesso monumento e aiutano a comprendere i costumi sociali e le attività economiche durante l'oscuro periodo che segna il passaggio dall'antichità al Medioevo. Al termine passeggiata fino a Trastevere toccando il Portico d’Ottavia e l’isola Tiberina. Visita alla Basilica di Santa Cecilia, che sorge sulle fondamenta di una casa romana tuttora esistente che sarebbe appartenuta a Valeriano e a sua moglie Cecilia. Nel IX secolo la chiesa venne ricostruita e decorata con splendidi mosaici e successivamente dotata di un bellissimo campanile romanico. Oltre alla basilica si visitano la cripta, vera e propria casa romana e il coro del monastero, dove si può ammirare quello che resta dell’affresco del Giudizio Universale che Pietro Cavallini affrescò nel XIII secolo, eccezionale documento della pittura romana prima dell’arrivo di Giotto. Al termine tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel pomeriggio rientro a Bologna.

APRI
CHIUDI
Condividi questa idea di viaggio con chi vuoi
CONDIVIDI CON
PROGRAMMA VIAGGIO
Sabato 25 novembre
+

Ore 7.00 partenza da Bologna, autostazione/pensilina 25. Via autostrada si raggiunge Roma. All’arrivo tempo a disposizione per il pranzo libero. Incontro con la guida e visita a Palazzo Massimo alle Terme: ottocentesco, in stile neorinascimentale, nei pressi della Stazione Termini,  accoglie una delle più importanti collezioni di arte classica al mondo. Nei quattro piani del museo, sculture, affreschi, mosaici, monete e opere di oreficeria documentano l´evoluzione della cultura artistica romana.  Nelle sale del piano terra sono esposti splendidi originali greci rinvenuti a Roma, come il Pugile, il Principe ellenistico e la Niobide dagli Horti Sallustiani, e la ritrattistica di età repubblicana e imperiale, culminante nella statua di Augusto Pontefice Massimo. Al primo piano sono presentati celebri capolavori della statuaria, tra cui il Discobolo Lancellotti, la Fanciulla di Anzio e l’Ermafrodito dormiente e magnifici sarcofagi, come quello di Portonaccio, con una scena di battaglia scolpita in altorilievo. Al secondo piano, pareti affrescate e mosaici pavimentali documentano la decorazione domestica di prestigiose residenze romane.
Il piano interrato custodisce l’ampia collezione numismatica, oltre a suppellettili, gioielli e la mummia di Grottarossa. Sistemazione in albergo: cena e pernottamento.

Domenica 26 novembre
+

Prima colazione in albergo. Incontro con la guida e inizio delle visite con la Crypta Balbi, in origine un vasto cortile porticato annesso al teatro che Lucio Cornelio Balbo aveva eretto per volere di Augusto alla fine del I secolo a.C. e che rappresenta una straordinaria testimonianza dell'evoluzione della società romana e del paesaggio urbano dall'antichità al XX secolo. Vent'anni di scavi e di ricerche hanno portato alla luce una serie di trasformazioni e riusi dello stesso monumento e aiutano a comprendere i costumi sociali e le attività economiche durante l'oscuro periodo che segna il passaggio dall'antichità al Medioevo. Al termine passeggiata fino a Trastevere toccando il Portico d’Ottavia e l’isola Tiberina. Visita alla Basilica di Santa Cecilia, che sorge sulle fondamenta di una casa romana tuttora esistente che sarebbe appartenuta a Valeriano e a sua moglie Cecilia. Nel IX secolo la chiesa venne ricostruita e decorata con splendidi mosaici e successivamente dotata di un bellissimo campanile romanico. Oltre alla basilica si visitano la cripta, vera e propria casa romana e il coro del monastero, dove si può ammirare quello che resta dell’affresco del Giudizio Universale che Pietro Cavallini affrescò nel XIII secolo, eccezionale documento della pittura romana prima dell’arrivo di Giotto. Al termine tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel pomeriggio rientro a Bologna.

VEDI DETTAGLIO COMPLETO
CHIUDI DETTAGLIO GIORNI
STAMPA
SCARICA PDF
RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il modulo. Verrai ricontattato da un nostro operatore.

Nome

Cognome

Località

Recapito telefonico

Indirizzo email

 Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

captcha
Inserire il codice
ALTRE PROPOSTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI