Ravenna di... Dante, Poeta dell'Esilio

i

Trekking urbano poetico in collaborazione con il Centro di Poesia Contemporanea UNIBO

PARTENZE
data 18.11.2017
15,00 €
DETTAGLIO QUOTA +

QUOTA  individuale di partecipazione           € 15,00   minimo 10 partecipanti

– da versare in agenzia all’iscrizione


QUOTA  studenti universitari con tesserino    € 10,00   minimo 10 partecipanti

–  da versare in agenzia all’iscrizione

 

Supplemento trasferimento facoltativo Bologna – Ravenna (A/R)  da versare in agenzia all’iscrizione € 18,00    

con treno regionale (quota basata sulle tariffe in vigore a giugno 2016 – da riconfermare)              

 

Ritrovo a Bologna Stazione FS, Piazzale Medaglie d’Oro – Angolo Mc Donald’s   ore 12:45 - Il rientro a Bologna è previsto nel tardo pomeriggio.

 

LA QUOTA COMPRENDE: intervento artistico del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna per le letture durante l’itinerario, con ausilio di auricolari.    

LA QUOTA NON COMPRENDE: tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.

PROGRAMMA VIAGGIO
Sabato 18 novembre 2017
+

Ore 15.00ritrovo dei partecipanti alla Stazione Ferroviaria di Ravenna


Itinerario: Palazzo Traversari – Basilica di San Vitale – Palazzo Bracci – Piazza del Popolo – Basilica di San Francesco

Durata dell’itinerario: 2,5 ore circa (distanza 3,5 km circa)

 

Inizio del percorso davanti al Palazzo Traversari, ora sede del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna, un tempo residenza di una nobile casata ravennate ricordata nel Purgatorio dantesco e avversaria dei Da Polenta, signori di Ravenna. Lì vicino sorge la Basilica di San Vitale, i cui mosaici forse ispirarono la visione di Giustiniano nel Canto VI del Paradiso. Da qui si proseguirà verso Palazzo Bracci, oggi Hotel Il Cappello, legato alla memoria della celeberrima Francesca da Polenta, protagonista del Canto V dell’Inferno. Poco distante sorge la Piazza del Popolo, centro medievale della città dove anche il signore Guido Novello da Polenta esercitava il suo potere. Si prenderà Via Cairoli e poi Via Mazzini, strada lungo la quale, secondo un catasto cittadino, si trovava la domus magna della famiglia Da Polenta. Non sappiamo con certezza in quale casa abitò Dante a Ravenna, poiché non è riportato sui documenti e le proprietà dei polentani in città erano numerose. Si giungerà alla conclusione dell’itinerario visitando i luoghi danteschi per eccellenza, la Basilica di San Francesco, il Quadrarco di Braccioforte, i chiostri francescani e soprattutto la Tomba di Dante, un tempietto neoclassico costruito nella seconda metà del Settecento. Dante trascorse con i figli a Ravenna gli ultimi quattro anni della sua vita, periodo in cui scrisse per intero il Paradiso e probabilmente una parte del Purgatorio. Morì di malaria a 56 anni, l’11 settembre 1321, di ritorno da una missione diplomatica compiuta a Venezia a nome del signore di Ravenna Guido Novello da Polenta. Interverranno i ragazzi del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna con letture di poesie degli autori trattati.

Condividi questa idea di viaggio con chi vuoi
CONDIVIDI CON
PROGRAMMA VIAGGIO
Sabato 18 novembre 2017
+

Ore 15.00ritrovo dei partecipanti alla Stazione Ferroviaria di Ravenna


Itinerario: Palazzo Traversari – Basilica di San Vitale – Palazzo Bracci – Piazza del Popolo – Basilica di San Francesco

Durata dell’itinerario: 2,5 ore circa (distanza 3,5 km circa)

 

Inizio del percorso davanti al Palazzo Traversari, ora sede del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna, un tempo residenza di una nobile casata ravennate ricordata nel Purgatorio dantesco e avversaria dei Da Polenta, signori di Ravenna. Lì vicino sorge la Basilica di San Vitale, i cui mosaici forse ispirarono la visione di Giustiniano nel Canto VI del Paradiso. Da qui si proseguirà verso Palazzo Bracci, oggi Hotel Il Cappello, legato alla memoria della celeberrima Francesca da Polenta, protagonista del Canto V dell’Inferno. Poco distante sorge la Piazza del Popolo, centro medievale della città dove anche il signore Guido Novello da Polenta esercitava il suo potere. Si prenderà Via Cairoli e poi Via Mazzini, strada lungo la quale, secondo un catasto cittadino, si trovava la domus magna della famiglia Da Polenta. Non sappiamo con certezza in quale casa abitò Dante a Ravenna, poiché non è riportato sui documenti e le proprietà dei polentani in città erano numerose. Si giungerà alla conclusione dell’itinerario visitando i luoghi danteschi per eccellenza, la Basilica di San Francesco, il Quadrarco di Braccioforte, i chiostri francescani e soprattutto la Tomba di Dante, un tempietto neoclassico costruito nella seconda metà del Settecento. Dante trascorse con i figli a Ravenna gli ultimi quattro anni della sua vita, periodo in cui scrisse per intero il Paradiso e probabilmente una parte del Purgatorio. Morì di malaria a 56 anni, l’11 settembre 1321, di ritorno da una missione diplomatica compiuta a Venezia a nome del signore di Ravenna Guido Novello da Polenta. Interverranno i ragazzi del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna con letture di poesie degli autori trattati.

STAMPA
SCARICA PDF
RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il modulo. Verrai ricontattato da un nostro operatore.

Nome

Cognome

Località

Recapito telefonico

Indirizzo email

 Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

captcha
Inserire il codice
ALTRE PROPOSTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI