Pennellare l'Arte. Bologna incontra Giorgio Morandi

i
PARTENZE
data 21.04.2018
20,00 €
DETTAGLIO QUOTA +

Quota individuale di partecipazione  minimo 10 partecipanti   € 20  - da versare in agenzia all’iscrizione

 

La quota comprende: interventi letterari e visita guidata come da programma, con ausilio di auricolari.

 

La quota non comprende: ingresso al Museo d’Arte Moderna di Bologna (MAMBO) - indicativamente € 6 per persona; tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

PROGRAMMA VIAGGIO
Sabato 21 aprile 2018
+

Ore 15.00 – ritrovo dei partecipanti presso

Casa Museo “Giorgio Morandi”, Via Fondazza, 36 – Bologna

 

Distanza da percorrere: 3,5 km circa

 

Durata dell’itinerario di trekking urbano con letture di poesia: 2 ore 30’ circa

 

 

Il percorso inizierà dalla Casa del pittore Giorgio Morandi, in Via Fondazza, dove visse dal 1910 al 1964, suo rifugio prediletto e luogo di creazione delle sue opere. All’interno della casa, ancora arredata come l’artista la lasciò, cominceremo il nostro percorso di conoscenza, attraverso le parole di poeti e critici, che ci condurrà attraverso l’intero centro storico, lungo la suggestiva Via Fondazza, che ritrasse in varie occasioni, la monumentale Via S. Stefano, il Palazzo Comunale, sede per molti anni del Museo, nato dal lascito testamentario della sorella Maria Teresa, e infine al MAMBO, attuale scrigno dei suoi celebri paesaggi e ancor più delle nature morte, dove l’oggetto assume una sua poetica e una sua identità. Letture e riflessioni durante il percorso a cura del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna.

 

Condividi questa idea di viaggio con chi vuoi
CONDIVIDI CON
PROGRAMMA VIAGGIO
Sabato 21 aprile 2018
+

Ore 15.00 – ritrovo dei partecipanti presso

Casa Museo “Giorgio Morandi”, Via Fondazza, 36 – Bologna

 

Distanza da percorrere: 3,5 km circa

 

Durata dell’itinerario di trekking urbano con letture di poesia: 2 ore 30’ circa

 

 

Il percorso inizierà dalla Casa del pittore Giorgio Morandi, in Via Fondazza, dove visse dal 1910 al 1964, suo rifugio prediletto e luogo di creazione delle sue opere. All’interno della casa, ancora arredata come l’artista la lasciò, cominceremo il nostro percorso di conoscenza, attraverso le parole di poeti e critici, che ci condurrà attraverso l’intero centro storico, lungo la suggestiva Via Fondazza, che ritrasse in varie occasioni, la monumentale Via S. Stefano, il Palazzo Comunale, sede per molti anni del Museo, nato dal lascito testamentario della sorella Maria Teresa, e infine al MAMBO, attuale scrigno dei suoi celebri paesaggi e ancor più delle nature morte, dove l’oggetto assume una sua poetica e una sua identità. Letture e riflessioni durante il percorso a cura del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna.

 

STAMPA
SCARICA PDF
RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il modulo. Verrai ricontattato da un nostro operatore.

Nome

Cognome

Località

Recapito telefonico

Indirizzo email

 Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

captcha
Inserire il codice
ALTRE PROPOSTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI