I Crociati in Terra Santa

i
PARTENZE
dal 25.04.2018
al 02.05.2018
a partire da 1460,00 €
DETTAGLIO QUOTA +

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE MIN 20/25 PAGANTI    EUR  1.550,00 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE MIN 26/35 PAGANTI    EUR  1.460,00

 

TASSE AEROPORTUALI (quota soggetta a variazioni)   EUR      268,00

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA   EUR     510,00                

 

** Quote calcolate sul cambio 1 USD = EUR 0,86 eventuale oscillazione del cambio tra euro e dollaro comporterà aumento proporzionale dalle quote.

                                                                                               

LA QUOTA COMPRENDE:      

  • Passaggio aereo con volo di linea Austrian Bologna/Vienna/Tel Aviv/Vienna/Bologna;
  • Accompagnatore culturale dall’Italia;
  • Trasferimenti da e per l’aeroporto in Israele;
  • Pullman riservato in Israele per effettuare il programma previsto;
  • Sistemazione in hotel di 1° categoria, in camere doppie con servizi privati; 
  • Trattamento di pensione completa: dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno;
  • Visite ed escursioni come da programma, incluse entrate ai musei o siti archeologici previsti nell’itinerario;
  • Guida in lingua italiana;
  • Quota di gestione pratica comprensiva di assicurazione medico/bagaglio e CONTRO ANNULLAMENTO VIAGGIO (€ 50,00 - non rimborsabili in caso di annullamento);

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Bevande ai pasti;
  • Tasse aeroportuali – al 20/09 pari a € 268,00 p/persona – quota soggetta a riconferma fino al momento dell’emissione dei biglietti aerei;
  • Mance – indispensabili in Medio-Oriente – quantificabili in circa € 45 per persona (importo da riconfermare in base al numero dei partecipanti);
  • Extra personali;
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

 

DOCUMENTO NECESSARIO:

PASSAPORTO INDIVIDUALE CON VALIDITA’ RESIDUA DI ALMENO 6 MESI

DALLA DATA DI RIENTRO DAL VIAGGIO. 


ISCRIZIONI CON VERSAMENTO DI ACCONRTO DI € 450,00  ENTRO IL 20 GENNAIO 2018

SALDO UN MESE PRIMA DELLA PARTENZA.

PROGRAMMA VIAGGIO
Mercoledì 25 aprile - BOLOGNA/TEL AVIV/NAZARETH
+

Di buon mattino ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Bologna. Disbrigo delle formalità d’imbarco ed alle ore 07.40 partenza con volo di linea per Vienna. Coincidenza per Tel Aviv, con arrivo alle 14.55. Partenza in pullman per il Castello di Mirabel, uno dei meglio conservati del paese. Venne costruito al principio del XII secolo dai Crociati e venne conquistato da Al’Adil, fratello minore del Saladino, che non lo distrusse, riconoscendola quale magnifica fortezza. Proseguimento per  Nazareth. All’arrivo sistemazione in albergo, cena e pernottamento. 

Giovedì 26 aprile – escursione a Montfort e Nimrod
+

Prima colazione e partenza per Montfort, che conserva le imponenti rovine dell’antico Castello, che per mezzo secolo fu la principale roccaforte dell’Ordine Teutonico per il mantenimento della Terra Santa in mano crociata. La passeggiata al castello si svolgerà in una bella vallata, tra ulivi e cedri, in uno spettacolo mozzafiato tra le imponenti rovine dell’antica fortezza (si consigliano scarpe sportive e attrezzatura adatta).  Sosta per il pranzo a  Banyas, dove da sempre è venerato il culto delle fonti in quanto sorgente del Giordano: i Greci dedicarono la grotta dio Pan; i Romani vi costruirono quindi un Tempio, poi Filippo, figlio d’Erode, ne fece la propria sede. Nel pomeriggio proseguimento per Nimrod: qui effettueremo la visita alle rovine del Castello, che conserva la grandiosità degli spazi e delle strutture. Il sito offre un panorama meraviglioso, che abbraccia la valle di Hula, l’Hermon e le colline del Golan. Nimrod viene considerata la principale tra le fortezze costruita a difesa del regno crociato che ancora si possono visitare. Ritorno in hotel. Cena e pernottamento.

Venerdì 27 aprile - escursione a Nazareth, Sepphoris, Beit Shean, Belvoir
+

Prima colazione. Mattinata dedicata a Nazareth. Visita della Basilica dell’Annunciazione. Proseguimento delle visite a Sepphoris, nella tradizione cristiana ricordata perché città natale di Anna madre di Maria, sicuramente frequentata da Giuseppe e Gesù, ebbe il suo miglior periodo in epoca romana, ne sono testimoni le numerose ville con splendidi pavimenti a mosaico di estreme raffinatezza, data la sua posizione anche qui si trovano testimonianze crociate.  Arrivo poi  al grandioso  sito di Bet–She’an,   la Sintopoli ellenistica,   luogo di grande importanza commerciale e militare:qui passava l’importante via di comunicazione che congiungeva l’Egitto con l’Assiria. Prima del rientro in albergo sosta a  Belvoir, in ebraico Kokhav ha Yarden, «Stella del Giordano», in arabo Kaukab al-Hawa, «Stella dei Venti», ammirato anche da Lawrence d’Arabia, studioso di architettura crociata, sito in una posizione ideale per il controllo delle comunicazioni e in corrispondenza di un punto di attraversamento del Giordano. Appartenente all’Ordine militare dell’Ospedale di San Giovanni, Belvoir era uno di quei castelli «fortificatissimi e inespugnabili». Pranzo in ristorante in corso di visite. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Sabato 28 aprile – Acri, Cesarea, Arsuf
+

Partenza per Akko, San Giovanni d’Acri, il più importante porto durante l’epoca crociata, divenne infatti la capitale del regno latino e qui tutti gli ordini militari costruirono chiese e palazzi, così come le città marinare italiane avevano i loro quartieri. Visita alla cinta muraria che ancora oggi circonda da ogni lato la città, alla moschea El–Jazzar (Moschea Bianca - esterno) costruita su una chiesa bizantina e alla Crisade City, la parte crociata che si conserva sotto le costruzioni settecentesche. Proseguimento per Atlit. Pranzo in corse d’escursione. Nel pomeriggio sosta a Cesarea, fondata da Erode il Grande, che trasformò la piccola baia in un grande porto e in città splendida diventando poi sede dei Governatori Romani ed eclissando Gerusalemme. Nel periodo crociato S.Luigi, re di Francia, fortificò l’intera città. L’area archeologica offre una visita molto interessante delle imponenti rovine romane e crociate ed è tutt’ora oggetto di campagne di scavo. Proseguimento per Arsuf (in latino Apollonia), importante perchè nel 1101 venne occupata da Baldovino I re di Gerusalemme e divenne vassalla del Regno di Gerusalemme. Nel 1187, con la caduta di Gerusalemme, la città fu conquistata da Saladino, ma nel 1191, a seguito di una battaglia tra le armate di Riccardo Cuor di Leone e Saladino,  la città tornò nuovamente in mano cristiana e venne  governata dagli Ospitalieri. Arrivo a Gerusalemme. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

Domenica 29 aprile – NABI SAMUEL, Museo Rockfeller e Museo D’Israele
+

Partenza per la visita al sito  Nabi Samuel, nelle vicinanze di Gerusalemme, villaggio conosciuto per essere il luogo in cui è collocata la tomba del Profeta Samuele (in arabo Nabi Samwil). I Bizantini vi costruirono un monastero, utilizzato come ostello dai pellegrini cristiani, ancora oggi presenta una imponente costruzione crociata da cui si gode una splendida vista sulla città di Gerusalemme. Pranzo. Pomeriggio dedicato ai grandi musei gerosolimitani e alle loro collezioni medievali: prima si visiterà il celebre Rockfeller Museum, e successivamente il Museo d’Israele, con le sue notevoli opere d'arte, ideale anche per comprendere la lunga storia della città e della regione. Cena e pernottamento in hotel. 

Lunedì 30 aprile - GERUSALEMME
+

Trattamento di pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della città “vecchia” cominciando da una delle più belle Chiese del periodo crociato: Sant’Anna. All’esterno si trova il complesso della Piscina Probatica, enorme cisterna le cui acque servivano al Tempio. Proseguendo lungo la strada si incontrerà poi la Flagellazione, dove ha sede lo Studio Biblico Francescano, ancora oggi sede della formazione di professori di scienze bibliche, e dove si compì la flagellazione di Cristo. Proseguendo sulla Via Dolorosa si raggiungerà la Basilica del Santo Sepolcro che custodisce al suo interno la collina del Calvario e l’edicola contenete il sepolcro di Cristo. I Crociati conquistarono Gerusalemme il 15 luglio 1099 ed era loro intenzione restituire al Santo Sepolcro tutto il suo splendore. A partire dal 1131 il Santo Sepolcro divenne luogo di sepoltura dei re crociati, le loro tombe si trovavano nella zona dell’ingresso sud che portava al Triporticus bizantino, sul lato destro davanti alla Cappella d’Adamo. Seguirà la visita alla Missione Russa in Exile, che conserva parte dell’antica Basilica Costantiniana del Santo Sepolcro. Sempre all’interno del quartiere cristiano visita alla Chiesa di S. Giovanni Battista, la più antica di Gerusalemme qui nacque l’ordine degli Ospitalieri. Rientro in hotel. Cena e pernottamento. 

Martedì 1° maggio – HERODIUM e BETLEMME
+

Prima colazione in albergo.  Passaggio poi dal Monte Sion e dal panorama sul Monte degli Ulivi da cui si potrà avere una visione d’insieme della Gerusalemme attuale. Proseguimento per Herodium, uno dei grandiosi palazzi fatti costruire da Erode, questo in particolare  quale sua dimora e tomba, fortezza dall’impressionante architettura. Pranzo in ristorante a Betlemme e pomeriggio dedicato alla visita della Basilica della Natività voluta dall’imperatrice Elena a conservare memoria del luogo della nascita di Gesù. Rientro in hotel, cena e pernottamento.  

Mercoledì 2 maggio - GERUSALEMME e il viaggio di ritorno in Italia
+

Prima colazione e mattinata dedicata al quartiere ebraico, visita al “Muro Occidentale”, lungo tratto di muro di contenimento fatto costruire da Erode per sostenere la Spianata del Tempio. Con la Prima Crociata il luogo fu occupato dai cristiani: nella moschea al-Aqsa stabilirono la loro sede i Cavalieri Templari, che presero il nome proprio dal risiedere sul sito dell'antico Tempio, mentre la Cupola della Roccia fu trasformata in cappella. Con la riconquista musulmana di Gerusalemme, entrambe ritornarono alla loro destinazione d'uso religioso musulmano. (L’accesso alle Moschee è interdetto ai non musulmani dopo l’ultima intifada). Partenza pe Jaffa. Pranzo libero. In tempo utile trasferimento in aeroporto a Tel Aviv, disbrigo delle formalità d’ imbarco e partenza con volo di linea alle ore 16:00 per Vianna. Proseguimento con il volo delle ore 20:15 per Bologna. L’arrivo è previsto alle ore 21:35.

APRI
CHIUDI
Condividi questa idea di viaggio con chi vuoi
CONDIVIDI CON
PROGRAMMA VIAGGIO
Mercoledì 25 aprile - BOLOGNA/TEL AVIV/NAZARETH
+

Di buon mattino ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Bologna. Disbrigo delle formalità d’imbarco ed alle ore 07.40 partenza con volo di linea per Vienna. Coincidenza per Tel Aviv, con arrivo alle 14.55. Partenza in pullman per il Castello di Mirabel, uno dei meglio conservati del paese. Venne costruito al principio del XII secolo dai Crociati e venne conquistato da Al’Adil, fratello minore del Saladino, che non lo distrusse, riconoscendola quale magnifica fortezza. Proseguimento per  Nazareth. All’arrivo sistemazione in albergo, cena e pernottamento. 

Giovedì 26 aprile – escursione a Montfort e Nimrod
+

Prima colazione e partenza per Montfort, che conserva le imponenti rovine dell’antico Castello, che per mezzo secolo fu la principale roccaforte dell’Ordine Teutonico per il mantenimento della Terra Santa in mano crociata. La passeggiata al castello si svolgerà in una bella vallata, tra ulivi e cedri, in uno spettacolo mozzafiato tra le imponenti rovine dell’antica fortezza (si consigliano scarpe sportive e attrezzatura adatta).  Sosta per il pranzo a  Banyas, dove da sempre è venerato il culto delle fonti in quanto sorgente del Giordano: i Greci dedicarono la grotta dio Pan; i Romani vi costruirono quindi un Tempio, poi Filippo, figlio d’Erode, ne fece la propria sede. Nel pomeriggio proseguimento per Nimrod: qui effettueremo la visita alle rovine del Castello, che conserva la grandiosità degli spazi e delle strutture. Il sito offre un panorama meraviglioso, che abbraccia la valle di Hula, l’Hermon e le colline del Golan. Nimrod viene considerata la principale tra le fortezze costruita a difesa del regno crociato che ancora si possono visitare. Ritorno in hotel. Cena e pernottamento.

Venerdì 27 aprile - escursione a Nazareth, Sepphoris, Beit Shean, Belvoir
+

Prima colazione. Mattinata dedicata a Nazareth. Visita della Basilica dell’Annunciazione. Proseguimento delle visite a Sepphoris, nella tradizione cristiana ricordata perché città natale di Anna madre di Maria, sicuramente frequentata da Giuseppe e Gesù, ebbe il suo miglior periodo in epoca romana, ne sono testimoni le numerose ville con splendidi pavimenti a mosaico di estreme raffinatezza, data la sua posizione anche qui si trovano testimonianze crociate.  Arrivo poi  al grandioso  sito di Bet–She’an,   la Sintopoli ellenistica,   luogo di grande importanza commerciale e militare:qui passava l’importante via di comunicazione che congiungeva l’Egitto con l’Assiria. Prima del rientro in albergo sosta a  Belvoir, in ebraico Kokhav ha Yarden, «Stella del Giordano», in arabo Kaukab al-Hawa, «Stella dei Venti», ammirato anche da Lawrence d’Arabia, studioso di architettura crociata, sito in una posizione ideale per il controllo delle comunicazioni e in corrispondenza di un punto di attraversamento del Giordano. Appartenente all’Ordine militare dell’Ospedale di San Giovanni, Belvoir era uno di quei castelli «fortificatissimi e inespugnabili». Pranzo in ristorante in corso di visite. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Sabato 28 aprile – Acri, Cesarea, Arsuf
+

Partenza per Akko, San Giovanni d’Acri, il più importante porto durante l’epoca crociata, divenne infatti la capitale del regno latino e qui tutti gli ordini militari costruirono chiese e palazzi, così come le città marinare italiane avevano i loro quartieri. Visita alla cinta muraria che ancora oggi circonda da ogni lato la città, alla moschea El–Jazzar (Moschea Bianca - esterno) costruita su una chiesa bizantina e alla Crisade City, la parte crociata che si conserva sotto le costruzioni settecentesche. Proseguimento per Atlit. Pranzo in corse d’escursione. Nel pomeriggio sosta a Cesarea, fondata da Erode il Grande, che trasformò la piccola baia in un grande porto e in città splendida diventando poi sede dei Governatori Romani ed eclissando Gerusalemme. Nel periodo crociato S.Luigi, re di Francia, fortificò l’intera città. L’area archeologica offre una visita molto interessante delle imponenti rovine romane e crociate ed è tutt’ora oggetto di campagne di scavo. Proseguimento per Arsuf (in latino Apollonia), importante perchè nel 1101 venne occupata da Baldovino I re di Gerusalemme e divenne vassalla del Regno di Gerusalemme. Nel 1187, con la caduta di Gerusalemme, la città fu conquistata da Saladino, ma nel 1191, a seguito di una battaglia tra le armate di Riccardo Cuor di Leone e Saladino,  la città tornò nuovamente in mano cristiana e venne  governata dagli Ospitalieri. Arrivo a Gerusalemme. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

Domenica 29 aprile – NABI SAMUEL, Museo Rockfeller e Museo D’Israele
+

Partenza per la visita al sito  Nabi Samuel, nelle vicinanze di Gerusalemme, villaggio conosciuto per essere il luogo in cui è collocata la tomba del Profeta Samuele (in arabo Nabi Samwil). I Bizantini vi costruirono un monastero, utilizzato come ostello dai pellegrini cristiani, ancora oggi presenta una imponente costruzione crociata da cui si gode una splendida vista sulla città di Gerusalemme. Pranzo. Pomeriggio dedicato ai grandi musei gerosolimitani e alle loro collezioni medievali: prima si visiterà il celebre Rockfeller Museum, e successivamente il Museo d’Israele, con le sue notevoli opere d'arte, ideale anche per comprendere la lunga storia della città e della regione. Cena e pernottamento in hotel. 

Lunedì 30 aprile - GERUSALEMME
+

Trattamento di pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita della città “vecchia” cominciando da una delle più belle Chiese del periodo crociato: Sant’Anna. All’esterno si trova il complesso della Piscina Probatica, enorme cisterna le cui acque servivano al Tempio. Proseguendo lungo la strada si incontrerà poi la Flagellazione, dove ha sede lo Studio Biblico Francescano, ancora oggi sede della formazione di professori di scienze bibliche, e dove si compì la flagellazione di Cristo. Proseguendo sulla Via Dolorosa si raggiungerà la Basilica del Santo Sepolcro che custodisce al suo interno la collina del Calvario e l’edicola contenete il sepolcro di Cristo. I Crociati conquistarono Gerusalemme il 15 luglio 1099 ed era loro intenzione restituire al Santo Sepolcro tutto il suo splendore. A partire dal 1131 il Santo Sepolcro divenne luogo di sepoltura dei re crociati, le loro tombe si trovavano nella zona dell’ingresso sud che portava al Triporticus bizantino, sul lato destro davanti alla Cappella d’Adamo. Seguirà la visita alla Missione Russa in Exile, che conserva parte dell’antica Basilica Costantiniana del Santo Sepolcro. Sempre all’interno del quartiere cristiano visita alla Chiesa di S. Giovanni Battista, la più antica di Gerusalemme qui nacque l’ordine degli Ospitalieri. Rientro in hotel. Cena e pernottamento. 

Martedì 1° maggio – HERODIUM e BETLEMME
+

Prima colazione in albergo.  Passaggio poi dal Monte Sion e dal panorama sul Monte degli Ulivi da cui si potrà avere una visione d’insieme della Gerusalemme attuale. Proseguimento per Herodium, uno dei grandiosi palazzi fatti costruire da Erode, questo in particolare  quale sua dimora e tomba, fortezza dall’impressionante architettura. Pranzo in ristorante a Betlemme e pomeriggio dedicato alla visita della Basilica della Natività voluta dall’imperatrice Elena a conservare memoria del luogo della nascita di Gesù. Rientro in hotel, cena e pernottamento.  

Mercoledì 2 maggio - GERUSALEMME e il viaggio di ritorno in Italia
+

Prima colazione e mattinata dedicata al quartiere ebraico, visita al “Muro Occidentale”, lungo tratto di muro di contenimento fatto costruire da Erode per sostenere la Spianata del Tempio. Con la Prima Crociata il luogo fu occupato dai cristiani: nella moschea al-Aqsa stabilirono la loro sede i Cavalieri Templari, che presero il nome proprio dal risiedere sul sito dell'antico Tempio, mentre la Cupola della Roccia fu trasformata in cappella. Con la riconquista musulmana di Gerusalemme, entrambe ritornarono alla loro destinazione d'uso religioso musulmano. (L’accesso alle Moschee è interdetto ai non musulmani dopo l’ultima intifada). Partenza pe Jaffa. Pranzo libero. In tempo utile trasferimento in aeroporto a Tel Aviv, disbrigo delle formalità d’ imbarco e partenza con volo di linea alle ore 16:00 per Vianna. Proseguimento con il volo delle ore 20:15 per Bologna. L’arrivo è previsto alle ore 21:35.

VEDI DETTAGLIO COMPLETO
CHIUDI DETTAGLIO GIORNI
STAMPA
SCARICA PDF
RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il modulo. Verrai ricontattato da un nostro operatore.

Nome

Cognome

Località

Recapito telefonico

Indirizzo email

 Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

captcha
Inserire il codice
ALTRE PROPOSTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI