Bosnia Erzegovina

Organizzarsi al meglio per un viaggio in Bosnia Erzegovina 

COSA VEDERE

La Bosnia Erzegovina fu recentemente sconvolta da una triplice guerra civile, tra slavi musulmani, croati cattolici e serbi ortodossi, che ha distrutto parte del paese. Vittima della "pulizia etnica" che ha ridotto in povertà una gran percentuale della popolazione, la Bosnia-Erzegovina non viene considerata tra i primi posti come meta di vacanza: tutto ciò a discapito delle sue bellezze naturali e della splendida capitale Sarajevo.

+

Il territorio del paese, in prevalenza montuoso (le Alpi Dinariche segnano il confine con la Croazia), offre paesaggi da cartolina: suggestivi i vecchi mulini arroccati lungo il fiume Sava.

Per chi vuole farsi un' idea prima di partire si consiglia il film di "Underground" di Emir Kuristica: la pellicola palma d'oro al Festival di Cannes non racconta solamente gli orrori della guerra ma descrive anche la vita e i colori della popolazione serba ed in particolare di Sarajevo... di sicuro si abbandoneranno i pregiudizi su questo territorio e se ne ricaverà una splendida esperienza e un sicuro arricchimento culturale!

QUANDO ANDARE

ll clima della Bosnia ed Erzegovina è mediterraneo nel piccolo tratto di pianura a ridosso del mare (v. Mostar), diventa più freddo in tutta la fascia collinare e montuosa centro-occidentale, soprattutto a causa dell'altitudine (v. Sarajevo), mentre assume caratteristiche continentali, con inverni freddi ed estati calde, nella pianura settentrionale (v. Bihac, Tuzla).

+


Le ondate di freddo da nord e nord-est, tipiche della Penisola balcanica nei mesi invernali, si fanno sentire in gran parte della Bosnia con nevicate e gelate, mentre portano solo vento e un po' di freddo nella pianura di Mostar. Le precipitazioni sono abbondanti in quasi tutta la Bosnia Erzegovina, tranne in alcune valli particolarmente riparate e nelle zone più settentrionali al confine con la Croazia. 

Il Paese ha un tratto di mare molto breve, di circa 7 chilometri, per il resto il confine si trova a pochi chilometri dal mare, e le coste appartengono alla Croazia.

MAPPA CLIMATICA
GENNAIO
FEBBRAIO
MARZO
APRILE
MAGGIO
GIUGNO
LUGLIO
AGOSTO
SETTEMBRE
OTTOBRE
NOVEMBRE
DICEMBRE
INFO UTILI
DOCUMENTI
+

Per i cittadini italiani è indispensabile essere in possesso di Carta d’Identità o passaporto.

 

CI RACCOMANDIAMO DI CONTROLLARE CHE IL DOCUMENTO SIA IN CORSO DI VALIDITA’ (controllare che sul retro della Carta d’Identità non sia riportato NON VALIDO PER L’ESPATRIO E NON CI SIA IL TIMBRO DI RINNOVO e tenerlo sempre a portata di mano. Per tutti gli altri cittadini europei e extraeuropei informarsi presso il consolato di Bosnia circa la documentazione necessaria.

 

Minori italiani: Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente. Consigliamo in ogni caso di verificare la validità dei documenti per l’espatrio dei minori presso gli enti preposti a tale scopo (Questura). 

NOTA BENE: 

OGNI PARTECIPANTE E’ RESPONSABILE DELLA VALIDITA’ DEL PROPRIO DOCUMENTO. 

VALUTA, ACQUISTI E MANCE
+

Si consiglia di munirsi di EURO di taglio non superiore ai € 50.00 che vengono accettati senza difficoltà nelle pensioni e nei negozi di Medjugorie. La moneta della Croazia è la Kuna. Lungo il percorso in Croazia, quasi tutti gli autogrill accettano gli Euro. Qualora dessero il resto in Kune, si possono spendere durante il viaggio di ritorno da Medjugorje. La Bosnia Herzegovina ha il BAM (marco convertibile)

CLIMA E ABBIGLIAMENTO
+

Il clima è simile a quello italiano, solitamente più tiepido. Si consiglia un abbigliamento adatto alla stagione in corso. Consigliamo di portate scarpe basse con suola di gomma per poter salire agevolmente sul Podbrdo e/o sul Krizevac , adatte anche in caso di pioggia e fango, e un bastone per meglio appoggiarsi . Inoltre è bene avere con se un ombrello, un cappello e occhiali da sole. 

VACCINAZIONI E MEDICINALI
+

L’accompagnatore sarà in possesso di nostra polizza assicurativa sanitaria. Portare comunque con se i medicinali di uso abituale o che potrebbero servire.

TELEFONARE
+

Le comunicazioni telefoniche con l’Italia a volte sono difficoltose, specialmente nella zona di Medjugorie. Si consiglia quindi di informare i parenti che rimangono a casa che non dovranno preoccuparsi se non dovessero ricevere vostre notizie durante il viaggio. Spesso è difficoltoso telefonare anche dall’Italia a Medjugorie.  Per telefonare da Medjugorie all’Italia si deve comporre il prefisso 0039  seguito dal prefisso della propria città con lo zero e dal numero desiderato. Da Medjugorie è possibile telefonare dalle pensioni con una minimo spesa e dall’ufficio postale. Per i cellulare consultare il proprio gestore  per sapere come utilizzarlo tenendo conto che le telefonate con cellulare risultano essere molto costose.

CONSIGLI
+

Non lasciare nelle camere delle pensioni denaro o preziosi.

BAGAGLI
+

Suggeriamo di applicare al proprio bagaglio (soprattutto alla valigia) un’etichetta con i propri dati personali, indirizzo in Italia  e, ancora  meglio, numero del cellulare.

MAPPA