Notizie

Le vie emiliane della fede

Petroniana lancia le 14 strade dei pellegrini

«IL TURISMO non è solo fatturato, ma mettere al centro la persona», sottolinea Andrea Corsini assessore regionale al turismo della Regione. E proprio accoglienza e integrazione sono i valori cardine della cultura cristiana che guidano le attività della Petroniana viaggi. In particolare ‘Incoming’, il nuovo progetto previsto per il biennio 2018-2020. «Quattordici strade di pellegrini tra le province della regione – spiega il presidente della Petroniana, Andrea Babbi –: un progetto da 100mila euro che portiamo avanti per fare rete tra Modena e Bologna e per dare l’idea che queste due città siano destinazioni anche per il turismo religioso». Mentre rimangono le mete classiche, infatti, tra cui Fatima, Lourdes e il cammino di Santiago, il 2018 vedrà nuove mete mete in quattro continenti, oltre a gite in giornata, mostre e weekend nelle grandi città come Londra e Amsterdam. «Petroniana viaggi è una realtà imprenditoriale forte ed è importante che valorizzi l’Emilia Romagna per i viaggi di fede» commenta Corsini. 
 
Nel 2017 la Petroniana viaggi ha permesso di toccare 140 destinazioni: un fatturato da 6,5 milioni, 13mila clienti e 15mila tratte aeree vendute. «Bisogna ricordarsi però – continua Corsini – che il turismo non è solo industria: certe cose non si possono apprezzare senza il contenuto spirituale». D’accordo anche il vescovo Matteo Maria Zuppi: «Il contenuto spirituale è il fulcro dell’attività di Petroniana viaggi: ci fa scoprire le radici della nostra città e della nostra regione».
 
CATERINA STAMIN - Il Resto del Carlino