Notizie

Finalmente si vola su Jamestown!

Primo aeroporto a Sant’Elena, l’isola che ha ospitato Napoleone Bonaparte tra il 1815 ed il 1821

Sono passati due secoli dallo sbarco dell’Imperatore francese sull’isola di Sant'Elena e dalle prime ipotesi sulla costruzione di un aeroporto elaborate dalla Aeronautica militare sudafricana durante la Seconda Guerra Mondiale, era il 1943. Oggi divenuto una realtà, il nuovo volo settimanale opera dall’aeroporto di Lanseria (50 km. da Johannesburg), Sud Africa. Ci vorranno sei ore di viaggio per atterrare sull’aeroporto di Jamestown. L'isola, che si trova in pieno Oceano Atlantico, fa parte del territorio britannico d’oltremare insieme a quelle di Ascensione e di Tristan da Cunha. Venne scoperta dai portoghesi nel 1502 e si deve a Sant'Elena di Costantinopoli l'ispirazione per il nome. Restaurata anche la casa dove dimorò l’Imperatore francese, ora la destinazione si prepara ad accogliere i turisti che sino ad oggi si contano sui 1.500 circa ma che potrebbero arrivare in breve tempo a superare il numero di 30.000 all’anno. Lo sostiene anche Thierry Lentz, direttore della Fondation Napoléon: «A Sant'Elena il turismo ha un futuro davvero luminoso davanti a sé almeno fino al 2021, anno in cui si celebrerà il bicentenario della morte dell'Imperatore» - Le Monde -.